La Roma batte il Benevento 5-2 al termine di un match tutt’altro che semplice e trova la seconda vittoria consecutiva, salendo a quota 7 in classifica a braccetto con l’Inter. Non basta alla squadra di Pippo Inzaghi una buona prova contro i capitolini che hanno sfruttato il maggior potenziale offensivo. Gol dei giallorossi di casa del migliore in campo Pedro, del solito Dzeko (doppietta), di Veretout su rigore e di Carles Perez con una splendida iniziativa indivudale. Dell'ex Caprari e di Lapadula, le marcature delle "Streghe" che restano a quota 6.

L'ex Caprari spaventa la Roma, Pedro e Dzeko firmano il sorpasso

L'inizio di partita della Roma, schierata a sorpresa a quattro in difesa da Fonseca, non è brillante. Ne approfitta un Benevento ben messo in campo con il romano ed ex romanista Gianluca Caprari: la sua conclusione, complice la deviazione di Ibanez diventa imprendibile per Mirante che si lascia scavalcare dalla traiettoria. I padroni di casa crescono alla distanza e poco dopo la mezz'ora trovano il pareggio con Pedro che con un rigore in movimento su assist di Pellegrini batte Montipò. Passano 5′ e arriva il raddoppio di Dzeko su passaggio di Mkhitaryan, favorito da un lungo lancio di Mirante. Nel finale di frazione, gol annullato all'armeno con il Var per un fuorigioco precedente di Spinazzola.

Lapadula pareggia, Veretout, ancora Dzeko e Carles Perez chiudono il discorso

In avvio di ripresa Inzaghi inserisce Roberto Insigne per l’ex Falque. Dopo pochi minuti arriva un’altra svolta con un’ingenuità di Veretout che dopo un brutto controllo stende con un pistone in area Ionita. Calcio di rigore con Lapadula che dopo una prima parata di Mirante, ribadisce la sfera in rete per il 2-2. Da un penalty ad un’altra: al 66’, è Montipò a travolgere in area Pedro per un altro rigore netto, questa volta in favore della Roma. Veretout si fa perdonare per l’errore precedente e riporta avanti i padroni di casa. A chiudere il match ci pensa poi ancora una volta Dzeko che con un tocco semplice semplice finalizza un ottimo contropiede innescato da un passaggio illuminante del neoentrato Vilar. Nel finale Mkhitaryan fallisce una clamorosa palla gol per il pokerissimo, che arriva poco grazie ad una bella iniziativa individuale di Carles Perez. Standing ovation per Dzeko che lascia il posto all'ultimo arrivato Mayoral.

Il tabellino di Roma-Benevento 5-2

ROMA (4-2-3-1): Mirante; Santon (73′ Bruno Peres), Mancini, Ibañez (78′ Kumbulla), Spinazzola; Cristante, Veretout (73′ Villar); Pedro (78′ Perez), Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko (85′ Borja Mayoral). All. Fonseca
BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Caldirola, Glik, Foulon (86′ Maggio); Ionita, Schiattarella (82′ Hetemaj), Dabo (75′ Improta); Iago Falque (46′ R. Insigne), Caprari; Lapadula (82′ Sau). All. F. Inzaghi
Ammoniti: Ibañez (R), Veretout (R), Santon (R), Foulon (B)
Marcatori: 5′ Caprari (B), 31′ Pedro (R), 35′ e 77′ Dzeko (R), 55′ Lapadula (B), 69′ rig. Veretout (R), 89′ Carles Perez (R)