22 Dicembre 2021
18:35

La Coppa d’Africa si farà in un clima allarmante: “Tamponi falsi per entrare allo stadio”

La Coppa d’Africa continua a destare preoccupazioni. Il Covid spaventa giocatori e club, specie per il forte aumento dei contagi dovuti alla variante Omicron. Clima allarmante: “Tamponi falsi per entrare allo stadio”.
A cura di Fabrizio Rinelli

La Coppa d'Africa sarà giocata. Il torneo si terrà in Camerun dal 9 gennaio al 6 febbraio. Decisione ufficiale che però da settimane ormai sta destando grossi dubbi per via dei problemi che sta creando nuovamente il Covid-19. La variante Omicron si sta diffondendo in modo rapidissimo nel mondo e anche in Camerun i contagi sono in aumento. L'aumento del numero dei positivi sta coinvolgendo anche il mondo dello sport, dall'Inghilterra alla Germania, passando per Spagna e Italia. Proprio a causa del Covid, diversi club di Premier League non vorrebbero autorizzare i propri giocatori a prendere parte alla Coppa d'Africa poiché al rientro dovrebbero effettuare una lunga quarantena che inevitabilmente priverebbe gli allenatori di giocatori importanti.

La decisione di far disputare il torneo però è stata presa ma ci sono fortissimi dubbi su come il Camerun abbia gestito la questione. Fino a poche settimane fa infatti non c'era nemmeno un protocollo anti-covid, oggi la CAF (Confederazione calcistica africana) attraverso le parole del presidente Patrice Motsepe, ha promesso grande attenzione: "Nessuno sarà ammesso alle tappe senza test PCR". ‘Le Monde' però rivela un particolare non di poco conto a cui ha fatto riferimento lo stesso Motsepe. Il presidente della CAF ha affermato infatti di essere venuto a conoscenza della proliferazione di "falsi test", ma che l'organizzazione si sarebbe comunque occupata della questione.

Un problema gravissimo qualora dovesse essere confermato e che mette davvero in apprensione i tanti club che dovranno autorizzare i propri calciatori a prendere parte al torneo. La variante sudafricana Omicron ha ormai superato i confini e raggiunto l'Europa e il mondo intero. La scorsa settimana, l'European Club Association (ECA) ha minacciato di non autorizzare il rilascio dei giocatori internazionali per prendere parte alla Coppa d'Africa. La preoccupazione massima è infatti soprattutto legata alla mancanza di un protocollo sanitario nel bel mezzo di una pandemia.

In risposta, il governo e il CAF hanno così svelato il quadro sanitario basato su test e vaccini. Ma l'ECA ha sottolineato soprattutto il problema relativo al rientro dei giocatori nei propri club di appartenenza a causa di quarantene e restrizioni di viaggio legate proprio all'emergere della variante Omicron. Motsepe ha poi garantito che nessuno sarebbe autorizzato a mettere piede negli stadi senza un test PCR negativo e ha assicurato: "Omicron è una sfida enorme". La CAF, oltre al Covid, ha poi tranquillizzato tutti sulla questione relativa al ritardo nelle infrastrutture: "È stato fatto un ottimo lavoro". 

"Bianconeri alè", tifosi della Juventus cantano all'esterno dell'Olimpico prima della finale di Coppa Italia
"Bianconeri alè", tifosi della Juventus cantano all'esterno dell'Olimpico prima della finale di Coppa Italia
28.778 di Sport Viral
Tifoso muore prima di entrare allo stadio: "L'abbiamo visto cadere, all'inizio nessuno l'ha aiutato"
Tifoso muore prima di entrare allo stadio: "L'abbiamo visto cadere, all'inizio nessuno l'ha aiutato"
Calciatori della Juve puniti dopo la finale: volevano andare a vedere gli Internazionali di Roma
Calciatori della Juve puniti dopo la finale: volevano andare a vedere gli Internazionali di Roma
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni