57 CONDIVISIONI

La campagna di marketing del Milan è uguale a quella del Leganes: in Spagna urlano al plagio

Il Milan ha lanciato una campagna di marketing che permette ai tifosi di acquistare pezzo ‘virtuale’ del campo di gioco dello stadio Meazza: in Spagna urlano al plagio perché il Leganes ne aveva promossa una simile la scorsa estate.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Vito Lamorte
57 CONDIVISIONI
Immagine

Le società di calcio oggi provano a portare i tifosi all'interno e a farli sentire protagonisti in tutti i modi. Tutto a pagamento, sia chiaro, a parte qualche promozione o iniziativa per i fan più sfegatati. Ma nulla più. Anche i social hanno permesso di ridurre un po' quel solco che i club hanno tracciato da anni con i supporter e vengono messe sul tavolo ogni anno diversi progetti per avvicinare quante più persone alla squadra.

Qualche settimana fa il Milan ha lanciato un'idea molto particolare, ovvero quella di vendere un pezzo ‘virtuale' del campo di gioco dello stadio Meazza: ogni tifoso poteva far diventare suo un parte di terreno a cui magari era più affezionato o che gli ricordava qualche evento in particolare (nel video c'è il gol di Giroud che decise il derby l'anno dell'ultimo Scudetto rossonero, ad esempio). Questa iniziativa si chiama ‘FANBLOCK. Your Milan. Your Pitch. Your Play'.

Dalla Spagna, però, nelle ultime ore hanno accusato il club rossonero di plagio perché un progetto simile era stato fatto dal Leganés la scorsa estate. Il club  di Madrid, ha messo a disposizione dei suoi tifosi la possibilità di ottenere un pezzo ‘virtuale' dello stadio Butarque con dei premi, a seconda di ciò che accadeva in quel pezzo di terreno durante le partite. Il più importante era il rinnovo gratuito dell'abbonamento per la stagione successiva qualora il Leganes segnasse un gol da quello spazio.

"Lo abbiamo scoperto tramite Linkedin", raccontano dal Leganés al quotidiano spagnolo AS e subito hanno tenuto a rivendicarne la paternità condividendo sui propri profili social il progetto e facendo il verso ai rossoneri italianizzando in ‘Bernardini' il nome di Bernardo García, un personaggio ideato ad hoc per l'iniziativa dello giugno scorso.

Il Leganes si è contraddistinto ha il privilegio di essere stato il precursore di molte idee brillanti nel campo del marketing e della promozione che, qualche tempo dopo, sono diventate una tendenza.

Gli spagnoli esagerano? Dietro l'idea del Milan c'è Cross Mint, la società che ha creato la partizione virtuale di Butarque fino a convertire ciascuno di quegli spazi in un NFT che i tifosi del Leganés potevano gestire. Nel caso dei Pepineros, il progetto è stato realizzato anche con la partecipazione di Change The Block, una società specializzata in blockchain e che ha eseguito parte di questo progetto nato dagli uffici dei pepineros.

All'epoca l'idea sembrava così proficua che tentarono di brevettarla, ma non è stato possibile. Con tutto ciò e con ciò, Leganés è diventato una sorta di prescrittore di questo modello di ‘ludicizzazione', a tal punto che diverse squadre di Prima Divisione hanno consultato i madrileni per studiarne lo sviluppo. possedere .

L'attuazione di questo progetto da parte del Milan, riporta AS, è stato accolto negli uffici di Leganés come un successo perché dimostra che il dipartimento di marketing e innovazione continua a dare vita a idee molto buone per avvicinare i tifosi al club.

57 CONDIVISIONI
Lopetegui può diventare l'allenatore del Milan dopo Pioli: rossoneri convinti dai suoi metodi
Lopetegui può diventare l'allenatore del Milan dopo Pioli: rossoneri convinti dai suoi metodi
Settebello strepitoso, è in finale ai Mondiali: Spagna ko, l'Italia sfiderà Croazia o Francia
Settebello strepitoso, è in finale ai Mondiali: Spagna ko, l'Italia sfiderà Croazia o Francia
A Sanremo l'interista Amadeus ammutolisce Ibrahimovic con una battuta: "Questa non la sapeva"
A Sanremo l'interista Amadeus ammutolisce Ibrahimovic con una battuta: "Questa non la sapeva"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni