La Juventus viaggia veloce, o comunque prova a farlo. Il momento è quello giusto per dare una frustata alla stagione dopo un avvio stentato che è evidenziato dal secondo posto in classifica dietro all'Inter e dal pareggio al debutto in Champions League a Madrid contro l'Atletico. Maurizio Sarri vuole certezze e le sta cercando soprattutto in attacco, il reparto che più di altri deve trovare una quadratura perfetta il prima possibile.

La voglia di tridente

Con l'ultimo successo in campionato, contro la Spal Sarri ha messo in campo dal primo minuto – e per la prima volta in stagione – Cristiano Ronaldo, Gonzalo Higuain e Paulo Dybala. Cambiando in parte le proprie convinzioni che avevano inizialmente favorito Douglas Costa al posto della Joya argentina. Una tentazione che ha portato buoni frutti al di là del risultato con un'intesa tra i tre che è sembrata esistere, con ampi margini di miglioramento. Tanto da poter essere ripresentata anche in Euorpa, per il match interno con il Bayer Leverkusen e  – perché no – in vista della sfida di San Siro all'Inter.

L'alternativa valida al 4-3-1-2

Sarebbe un cambio importante per l'ex tecnico del napoli che ha sempre idolatrato uno schema a lui caro sin dai tempi di Empoli: il 4-3-1-2 che è stato così presentato anche contro i ferraresi. Dybala da trquartista, Cr7 e il Pipita di punta. L'ulteriore passo in avanti potrebbe essere rappresentato da una vera e propria linea a tre, formando un tridente. Ciò apporterebbe maggior linfa offensiva e richiamerebbe la mediana e soprattutto la difesa a svolgere un lavoro più dispendioso e attento.

L'assenza di Douglas e l'estro di Cuadrado

L'idea sta nascendo anche dalle conferme di altri giocatori, come l'ottima risposta sul campo data da Cuadrado un esterno al quale Sarri chiederebbe soprattutto un lavoro nella doppia fase di gioco per tutelare la squadra. Ma anche dal fatto che al momento Douglas Costa non è a disposizione e servono soluzioni alternative in attesa del rientro del brasiliano. Anche la posizione di Ramsey è in via di definizione: l'ex Arsenal è stato utilizzato già da trequartista e rappresenta comunque una alternativa da non sottovalutare.