Tra una notizia e l'altra sul contagio da Coronavirus in Italia, si avvicina la sfida che tutto il mondo del calcio di Serie A, attende: Juventus-Inter. Che ha al momento due certezze: si giocherà domenica sera alle 20.45 all'Allianz Stadium e lo si farà a porte rigorosamente chiuse. Questo per evitare ulteriore diffondersi eventuale della malattia e per preservare la regolarità della stagione in corso, già messa a dura prova dai rinvii di sabato scorso (4 partite contemporaneamente).

Nel mezzo, la delicata preparazione di un match con tantissimi motivi di distrazione. Dagli impegni appena conclusi di Coppa da parte delle due squadre – con risultati diversi – all'apprensione legittima per l'evolversi della situazione sanitaria. Fatto sta che Maurizio Sarri e Antonio Conte avranno l'obbligo di riportare la massima concentrazione sui 90 minuti di domenica sera che varranno una spessa fetta di corsa al titolo 2019/2020.

Verso il derby d'Italia attraverso le fare di Coppa

La Juventus arriva dalla deludente trasferta di Champions League dove per Sarri sono scoppiate nuove polemiche e timori di un progetto che non riesce a decollare. Ammissioni anche da parte del tecnico che – lamentele sull'arbitraggio a parte – manifesta evidente fastidio per una squadra che non applica i suoi dettami di calcio: lenta, impacciata, con movimenti e posizioni sbagliate in campo. Di contro, l'Inter qualificatasi agli ottavi di finale di Europa League con il Ludogorets senza soffrire, in un doppio match in cui i nerazzurri hanno sempre dimostrato di avere la situazione sotto controllo.

Qui Juventus, tridente senza Higuain

Ci potrebbe essere il tridente per fronteggiare l'Inter, un 4-3-3 in cui a pagare pegno potrebbe essere ancora Gonzalo Higuain che partirebbe dalla panchina. Insieme a Dybala e Cr7, Cuadrado a completare il trio offensivo mentre in pezzo al campo resterà a riposo Rabiot, tra i più deludenti di Lione. Inserimento di Ramsey in linea con Bentancur e Matuidi. Le spinte sulle fasce saranno destinate ai soliti Alex Sandro e De Sciglio mentre la coppia centrale tornerà ad essere ancora una volta dal 1′, Bonucci-Chiellini.

Probabile formazione

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Ramsey, Bentancur, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Cristiano Ronaldo. All. Sarri

Qui Inter, Conte senza dubbi: 3-5-2 titolare

Per Antonio Conte le scelte sono stabilite da gerarchie oramai consolidate nel tempo e forzate da alcune assenze che non permettono ballottaggi soprattutto in mediana dove resteranno a Milano gli infortunati Gagliardini e Sensi. Nessun dubbio, dunque, per il 3-5-2 anti Juventus, con il rientro anche di capitan Handanovic che ha smaltito la microfrattura al dito della mano. Confermato Young sull'estrema sinistra, a destra ci sarà Candreva mentre Barella, Brozovic ed Eriksen proveranno a dare qualità in mediana. In avanti la oramai titolare coppia Lukaku-Martinez

Probabile formazione

INTER (3-5-2): Handanovic, Godin, Skriniar, De Vrij; Candreva, Barella, Brozovic, Eriksen, Young; Martinez, Lukaku. All. Conte