Juventus-Napoli è stata una partita tiratissima, come era normale che fosse visto il peso specifico del match, più che fondamentale nella corsa per un posto tra le prime 4 che vale la qualificazione alla prossima Champions League.

Una gara vibrante, messa in discussione dal rigore di Insigne nei minuti finali, ma sostanzialmente corretta. Hanno fatto certamente discutere di più i due mancati rigori non dati dall'arbitro Mariani, entrambi apparsi degni di sanzione, che non gli interventi in campo dei giocatori, mai oltre le righe della trance agonistica.

Che tuttavia la tensione fosse palpabile e l'atmosfera elettrica, lo dimostra quanto è stato annotato a fine primo tempo nel referto dell'arbitro e fedelmente riportato al Giudice Sportivo, che oggi ha emesso il comunicato sui due recuperi giocatisi ieri in Serie A.

Gerardo Mastrandrea ha infatti multato di 3mila euro Antonio Gagliardi, match analyst dello staff di Andrea Pirlo "perché, al termine del primo tempo, nella zona antistante gli spogliatoi, rivolgeva al Direttore di gara espressioni irrispettose".

Insulti uditi distintamente da Mariani e messi a referto, con l'appendice oggi della sanzione pecuniaria per il 38 enne di Bassano del Grappa, per oltre 10 anni nello staff tecnico della Nazionale azzurra. Prima dell'approdo alla Juve, Gagliardi ricopriva infatti il ruolo di responsabile dell’area di Match Analysis presso la FIGC, coordinando un gruppo di 8 analisti al servizio delle 13 rappresentative azzurre.

A parte la multa al membro dello staff di Pirlo, Juventus-Napoli non ha fatto registrare nessun giocatore squalificato, mentre dopo Inter-Sassuolo sono stati appiedati per un turno Barella e Traoré, che erano diffidati e sono stati ammoniti.