Beppe Marotta fiducioso prima del match fra Inter e Bayer Leverkusen di Europa League: "Sono ottimista su questa sfida – ha detto il l'amministratore delegato dell'Inter – Il Leverkusen è un avversario più temibile rispetto al Getafe". Poi il punto anche sulla rosa a disposizione di Conte in questo periodo di grande sforzo fisico da parte dei giocatori: "La panchina deve essere all'altezza dei titolari – ha evidenziato il direttore nerazzurro – Chi vuole vincere deve avere una rosa equilibrata e noi abbiamo un gruppo importante". Marotta ha poi sottolineato anche l'importanza di aver ritrovato Sensi, almeno a gara in corso. Ma anche affrontato il tema riguardante Andrea Pirlo, sua grande intuizione alla Juventus prendendolo da svincolato nell'anno della rinascita bianconera.

Marotta su Pirlo: "Scelta coraggiosa"

Marotta non ha usato mezze misure prima della sfida fra Inter e Bayer Leverkusen di Europa League. L'amministratore delegato dell'Inter ha infatti parlato, oltre che del momento dei nerazzurri, anche del passaggio di Andrea Pirlo ad allenatore della Juventus: "Mi fa piacere la scelta di Pirlo, l'ho avuto da giocatore". Questo le prime parole di Marotta che ha poi aggiunto: "Una scelta coraggiosa e gli auguro buona fortuna".

Marotta ha poi anche affrontato il tema della rosa a disposizione di Conte, argomento sempre molto caldo soprattutto dopo le ultime uscite del tecnico nerazzurro che non hanno fatto di certo piacere alla società: "Sono ottimista su questa sfida – ha detto Marotta – il Leverkusen è un avversario più temibile rispetto al Getafe. La panchina deve essere all'altezza dei titolari. Chi vuole vincere deve avere una rosa equilibrata e noi abbiamo un gruppo importante". E poi una battuta anche sul ritorno di Stefano Sensi dopo una stagione praticamente fuori: "Ora è a disposizione e Conte ne doserà l'impiego. Sono speranzoso che possa essere utilizzato".