Il Milan rischia di dover rinunciare ad Hakan Calhanoglu per la sfida contro il Torino. Il turco ha infatti rimediato una contusione alla caviglia sinistra al termine della sfida contro la Juventus. La caviglia è ancora gonfia e Calhanoglu si sottoporrà nei prossimi giorni a un nuovo controllo, quando l'edema si sarà assorbito. Solo in questo modo si potrà fare luce sull'entità del problema e capire se possa essere disponibile o meno per la sfida contro i granata. Piove sul bagnato per i rossoneri che in vista della gara contro la squadra di Giampaolo dovranno già fare a meno, tra infortuni e contagi al Covid-19, di Ibrahimovic, Bennacer, Saelemaekers, Gabbia, Rebic e Krunic.

Ora l'infortunio del turco complica ulteriormente i piani di Pioli che ha dovuto giocare il big match contro la Juventus con una formazione fortemente rimaneggiata e senza Calhanoglu rischia davvero grosso in casa contro il Torino. Il turco è infatti l'autentico trascinatore dei rossoneri, il vero ago della bilancia dell'azione del Milan che quest'anno sta dimostrando davvero il suo enorme valore. Pioli spera di poterlo recuperare ma sembra davvero difficile ad oggi.

Calhanoglu infortunato, il Milan rischia di perdere il suo uomo migliore

Calhanoglu è stato l'autentico trascinatore del Milan fino a questo momento. Il turco, anche contro la Juventus, è stato l'ultimo ad arrendersi e in questo campionato sta dimostrando di poter essere davvero un valore aggiunto per i rossoneri. Non segna molto, ma costruisce e inventa per i compagni fornendo anche assist illuminanti come l'ultimo a Leao nel match contro il Sassuolo a Reggio Emilia. In campionato non ha mai saltato una partita partendo sempre da titolare.

Solo una volta, contro lo Spezia, Pioli l'ha tenuto in panchina (a seguito di un piccolo acciacco) per poi farlo entrare nella ripresa in cui ha risolto la gara con un assist per la testa di Leao. In totale sono stati 6 i gol in stagione tra Serie A ed Europa League più 9 assist. Pioli spera di poterlo recuperare ma la caviglia gonfia non permette al momento di poter effettuare gli esami strumentali per capire di cosa si tratti. A questo punto si potrebbe profilare un'assenza contro il Torino che sarebbe molto pesante per la squadra rossonera.