917 CONDIVISIONI
2 Giugno 2022
8:41

Il Barcellona affitta il Camp Nou a ore per giocare tra amici: il costo è esorbitante

Nella strategia del Barcellona per incassare risorse preziose serve anche capitalizzare la propria storia e la propria tradizione, aprendo le porte a nuove iniziative. Tra queste ce n’è una speciale a costi elevati.
A cura di Maurizio De Santis
917 CONDIVISIONI
Affittare il Camp Nou per una partita di calcio tra amici: è l’iniziativa del club per rastrellare risorse preziose da mettere a bilancio.
Affittare il Camp Nou per una partita di calcio tra amici: è l’iniziativa del club per rastrellare risorse preziose da mettere a bilancio.

I soldi non bastano mai. Il Barcellona, che deve scontare anni di spese extralarge, adesso deve tirare la cinghia. Non ha altra scelta per restare a galla sia perché i conti in bilancio sono come pietre in tasca sia perché le nuove regole della Liga non consentono più fughe in avanti, escamotage finanziari. Nemmeno le capriole delle plusvalenze bastano più. Un debito da 1,35 miliardi di euro accumulato nel corso delle amministrazioni precedenti è una cambiale che toglie il sonno. Lasciar partire Lionel Messi è stato il primo tassello: troppo oneroso l'argentino, neanche una superpotenza calcistica come quella iberica poteva più permettersi un lusso del genere. Il resto è venuto da sé, a dettare l'agenda è il rosso della gestione economica.

Il riflesso sulla situazione attuale, sui programmi a medio-lungo termine è che – tanto per fare un esempio – trattative già chiuse (è il caso di Kessié del Milan e Christensen del Chelsea) non possono ancora essere formalmente chiuse né ufficializzate e altre in fieri (come il rinnovo di Sergi Roberto oppure la tentazione di portare Lewandowski in blaugrana) sono ferme in mezzo al guado.

Tagliare i costi. La politica di austerity del club catalano non ammette concessioni né sprechi di alcun tipo. La parola d'ordine è: risparmiare. Su tutto. A cominciare dall'utilizzo degli ambienti del Camp Nou e dei campi d'allenamento facendo sì che i costi dell'energia elettrica siano sotto controllo, contenuti. "In Inghilterra potevo recarmi in palestra anche più di un'ora prima del previsto – ha raccontato Aguero nelle prime settimane in Catalogna -. A Barcellona no, le luci erano spente".

Gare di 60 minuti al costo di 300 euro a persona, le condizioni per provare l’emozione di giocare sul prato dello stadio blaugrana.
Gare di 60 minuti al costo di 300 euro a persona, le condizioni per provare l’emozione di giocare sul prato dello stadio blaugrana.

Monetizzare. Nella strategia del Barcellona per incassare risorse preziose non ci sono solo la promozione dei migliori talenti della "cantera" da affidare a Xavi o un programma economico-sportivo al ribasso rispetto alle cifre mostruose degli anni scorsi. Serve capitalizzare la propria storia e la propria tradizione, aprendo le porte a nuove iniziative.

Un’immagine dello stadio del Barcellona: il club ha organizzato una sorta di open day concedendo in affitto parte dell’impianto.
Un’immagine dello stadio del Barcellona: il club ha organizzato una sorta di open day concedendo in affitto parte dell’impianto.

Tra queste anche l'opportunità offerta ai tifosi di giocare una partita sul rettangolo verde del Camp Nou. Chiunque, al costo di 300 euro a persona, può organizzare un match della durata di un'ora, togliersi lo sfizio di calpestare il prato dello stadio blaugrana, provare l'emozione di essere lì dove sono passati i più forti calciatori del Barça. Lo si potrà fare in un determinato periodo di tempo individuato dalla stessa società catalana. Il 6 e 11 giugno si terrà una sorta di open day per i calciatori dilettanti che offre la possibilità di godere di un'esperienza completa al Camp Nou utilizzando gli spogliatoi della storica struttura e usufruendo di una serie di servizi collaterali, inclusi nel prezzo. Més que un club, più di una squadra. In attesa di tempi migliori.

917 CONDIVISIONI
Il Barcellona ora sorprende anche Ter Stegen: pronti a sacrificare un
Il Barcellona ora sorprende anche Ter Stegen: pronti a sacrificare un "intoccabile" di Xavi
Real e Barcellona sfiorano la rissa: Jordi Alba abbatte Vinicius e in campo succede di tutto
Real e Barcellona sfiorano la rissa: Jordi Alba abbatte Vinicius e in campo succede di tutto
Il Barcellona incassa 100 milioni, ma non bastano: è ancora caos sui neoacquisti
Il Barcellona incassa 100 milioni, ma non bastano: è ancora caos sui neoacquisti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni