"Potrei dire tante cose ma le tengo per me. Abbiamo rispettato il regolamento, aspettiamo i 45′ e poi lasciamo tutto in mano agli organi competenti". Sono queste le parole di Igli Tare, direttore sportivo della Lazio, in merito alla gara contro il Torino che doveva disputarsi oggi allo stadio Olimpico per la 25a giornata della Serie A 2020-2021. Così non sarà a causa del focolaio scoppiato all’interno del club granata e allo stop dettato dalla ASL di Torino nei confronti della squadra di Davide Nicola, che è in isolamento fino a questa sera a mezzanotte. L'ex giocatore biancoceleste ai microfoni di Sky ha affermato: "Avremmo voluto giocarla questa partita, conveniva anche a noi non giocarla, però pensiamo che il campionato vada rispettato. Le cose sono state decise prima, quando ci sono questi momenti le cose vanno rispettate. Noi siamo qua ed aspettiamo".

A chi gli chiede se si aspetta di rivivere un po' quanto accaduto con Juventus-Napoli, Tare afferma: "Non so se si ripeterà lo scenario visto con Juve-Napoli, noi pensiamo a noi a quell’aspetto penserà chi di dovere". A chi gli chiede di guardare alla posizione del Torino il ds dei capitolini dice:"Non compete me capire il loro punto di vista, noi rispettiamo il regolamento".

Il dirigente biancoceleste si è soffermato sulle notizie che si sono rincorse nelle ultime ore: "Noi fino a ieri sera non abbiamo avuto nessuna informazione contraria allo svolgimento del match. L'abbiamo preparata regolarmente. Possiamo discutere di tante cose, l'unica cosa che conta è che noi abbiamo rispettato il protocollo". 

Sull'ipotesi di una possibilità di giocare il match domani, che era trapelata nelle ultime ore, Igli Tare risponde secco e spazza via ogni tipo di possibilità di questo tipo: "L'ASL ha fermato il Torino? Non voglio fare polemiche. L'unica cosa che conta è che noi siamo qui, poi chi deve decidere… non ci è stato proposto di giocarla domani".