La crisi economica provocata dalla pandemia da coronavirus obbliga le società di Serie A a rivedere budget a disposizione e a ritoccare i bilanci. L'obiettivo è ridurre le spese e la prima voce in agenda a essere toccata è quella relativa al monte stipendi. Juventus, Inter, Roma, Napoli e Milan sono i cinque club che – in base ai contratti ufficiali depositati in lega al termine della scorsa sessione di calciomercato – hanno il tetto ingaggi più alto del campionato. Le tre neopromosse (Spezia, Crotone e Benevento) assieme all'Udinese e al Verona sono invece le formazioni che elargiscono somme più basse per sostenere il costo dei calciatori.

I calciatori con lo stipendio più basso in Serie A

Se Cristiano Ronaldo è il calciatore più pagato in assoluto (con 31 milioni netti a stagione) in Italia e nella Juventus, a giudicare dalle cifre espresse dalle altre 19 società della Serie A c'è anche chi può essere definito meno fortunato o ‘povero' rispetto a i colleghi che percepiscono importi molto più alti. Nell'Atalanta sono Rossi e Carnesecchi, che si attestano sui 100 mila euro a stagione. Nel Benevento c'è un tris di calciatori (Gori, Sanogo, Pastina) che incassano dai 70 ai 50 mila euro. Più fortunati Baldursson e Kingsley del Bologna che si fermano a quota 150 mila.

Un gradino più sotto, 100 mila, c'è Pinna del Cagliari. Stesso importo per Montiel della Fiorentina, Frabotta della Juventus, 3 calciatori della Samp (Askildsen, Damsgaard, Ravaglia), Raspadori del Sassuolo, Bastoni e Gyasi dello Spezia. Mentre Paleari del Genoa è poco al di sotto con 90 mila euro. Nel Crotone è Crespi a guadagnare di meno con 70 mila euro indicati. Nell'Inter il meno ‘fortunato' è Padelli, che pure porta a casa fino a 500 mila euro a stagione. La stessa somma percepita da 4 calciatori della Lazio: Akpa Akpro, Anderson, Armini, Kiyine. Colombo e Maldini del Milan si attestano sui 300 mila euro come Contini del Napoli. È di 200 mila invece lo stipendio di Boer della Roma. Nel Parma il giovane Adorante deve ‘accontentarsi' di 80 mila euro così come Ferigra del Torino e Lovato del Verona.

Chi è il giocatore che ha l'ingaggio più basso della Serie A

Martin Palumbo, giovane centrocampista dell'Udinese, è il calciatore che ha lo stipendio più basso della Serie A. Non è l'unico, considerato che Christian Pastina del Benevento ha un ingaggio di poco superiore (50 mila euro). Nella speciale classifica ci sono a seguire altri calciatori dei sanniti con una forbice che va dai 70 mila di Gori e Sanogo agli 80 mila di Basit, Di Serio e Manfredini.

I calciatori meno pagati in Serie A nel 2020

1. Martin Palumbo 40mila (Udinese)
2. Christian Pastina 50mila (Benevento)
3. Gian Marco Crespi 70 mila (Crotone)
4. Piergraziano Gori 70 mila (Benevento)
5. Siriki Sanogo 70 mila (Benevento)
6. Andrea Adorante 80mila (Parma)
7. Abdallah Basit 80mila (Benevento)
8. Giuseppe Di Serio 80mila (Benevento)
9. Nicolò Manfredini 80mila (Benevento)
10. Erik Ferigra 80mila (Torino)
11. Matteo Lovato 80mila (Verona)
12. Alberto Paleari 90mila (Genoa)