142 CONDIVISIONI
19 Luglio 2021
21:26

Holly e Benji nel segno di Maradona, 35 anni fa la prima puntata in Italia

Captain Tsubasa è il nome originale del fumetto che aprì un varco per il calcio nel Sol Levante: 19 luglio 1986 – 19 luglio 2021, 35 anni fa veniva trasmessa in Italia la prima puntata del manga, divenuto cartone animato, Holly e Benji. Il creatore della storia, Yoichi Takahashi, ha spiegato di essersi ispirato all’ex Pibe de Oro. Ne restò estasiato dopo averlo ammirato ai Mondiali Under 20.
A cura di Maurizio De Santis
142 CONDIVISIONI

C'è una ricorrenza impossibile da dimenticare per gli appassionati del genere: 19 luglio 1986 – 19 luglio 2021, 35 anni fa veniva trasmessa in Italia la prima puntata del manga, divenuto cartone animato, Holly e Benji. Captain Tsubasa è il nome originale del fumetto che aprì un varco per il calcio nel Sol Levante. E se il sempreverde Kazu Miura (a 54 anni resta il calciatore professionistico più anziano in circolazione) venne accostato inizialmente a Oliver Hutton, è stato lo stesso creatore della storia, Yoichi Takahashi, a spiegare che in realtà il giocatore che lo ha ispirato è stato un altro. Lo confessò nell'intervista alla Revista Libero e rivelò che la sua musa fu l'ex Pibe de Oro, Diego Armando Maradona.

Proprio così, in realtà Oliver Hatton era l'ex campione argentino morto a 60 anni il 25 novembre dell'anno scorso. "C'è molto di D10s nella mia opera", ha spiegato l'artista nipponico che era rimasto estasiato dalle prodezze, dalla classe e dalla capacità di essere un leader per i compagni anche quand'era ancora giovane. Non è mai stato un uomo normale, non lo fu nemmeno da ragazzo: a 19 anni caricò sulle spalle l'Albiceleste e la portò alla conquista del Mondiale Under 20.

È solo una delle perle della carriera che sarebbe giunta all'apice, fino a diventare leggenda, con il gol del secolo contro l'Inghilterra e il miracolo della ‘mano de dios'. "Era il Mondiale Under 20 giocato nel 1979. Non avevo ancora iniziato da fumettista, in quel periodo ero ancora un assistente e mi stavo occupando della bozza di Captain Tsubasa (di nuovo in onda da maggio del 2020, ndr). Maradona fu il migliore calciatore del torneo e si dimostrò era il più forte di tutti. Lui poteva tutto… anche segnare di mano". L'ex Pibe era considerato un dio del calcio anche in Giappone dove giocò per 3 volte in diversi momenti degli Anni Ottanta, indossando le maglie di Boca Juniors, Napoli e una rappresentativa di stelle sudamericane.

Diego non è l'unico calciatore che viene trasfigurato in uno dei personaggi di Holly e Benji. Ci sono anche altri campioni del passato ai quali viene fatto riferimento. Julian Ross, a causa dei problemi al cuore, è stato considerato una sorta di Johan Cruijff del fumetto/cartone, così come il tedesco Karl Heinz Schneider richiamava la somiglianza con Karl Heinz Rummenigge oppure lo spagnolo Puyol era associato nella serie a Payol.

142 CONDIVISIONI
Italia-Moldavia 3-0, le azzurre debuttano a suon di gol nelle qualificazioni ai Mondiali 2023
Italia-Moldavia 3-0, le azzurre debuttano a suon di gol nelle qualificazioni ai Mondiali 2023
Italia a medaglia nel tiro a segno: Andrea Liverani bronzo alle Paralimpiadi
Italia a medaglia nel tiro a segno: Andrea Liverani bronzo alle Paralimpiadi
È Roma show col 5-1 al CSKA Sofia: Pellegrini ne fa due, anche Abraham a segno
È Roma show col 5-1 al CSKA Sofia: Pellegrini ne fa due, anche Abraham a segno
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni