Angel Di Maria è stato squalificato per 4 giornate per lo sputo nei confronti di Alvaro Gonzalez nel corso di PSG e Olympique Marsiglia dello scorso 13 settembre 2020. La sanzione sarà effettiva dal 29 settembre e così il numero 11 della squadra campione di Francia potrà regolarmente giocare la sfida di domenica contro lo Stade Reims. El Fideo è il sesto giocatore dopo Kurzawa, Paredes, Benedetto, Amavi e Neymar ad essere sanzionato per nel corso della partita, che terminò con una rissa che portò a cinque espulsioni. Il bilancio della gara del Parco dei Principi era più simile ad un bollettino di guerra che ad una gara di calcio, visto che al 90′ si contavano ben cinque espulsi e 14 ammonizioni.

Il calciatore argentino è stato inchiodato dalle immagini della rete Telefoot, che aveva preso in esame e ha scoperto lo sputo di Di Maria nei confronti di Alvaro Gonzalez: in questo modo le immagini sono state acquisite in commissione disciplinare che dopo aver convocato il giocatore originario di Rosario ha deciso di fermarlo per 4 turni. La squalifica prende effetto da martedì prossimo. Il numero 11 parigino salterà quindi le prossime 4 partite di campionato e non sarà a disposizione di Tuchel contro l'Angers, per la trasferta di Nîmes, con il Digione e per la gara di Nantes.

Ci sono altre situazioni in sospeso dopo Paris Saint-Germain e bisognerà capire come finirà il caso sulle presunte frasi razziste che il difensore dell'OM avrebbe rivolto a Neymar e che avrebbero scatenato la reazione dell'argentino. Tutto verrà deciso il 30 settembre, quindi bisogna aspettare un'altra settimana. L'indagine punterà a scoprire se il campione brasiliano del PSG abbia fatto presunti commenti omofobi contro lo stesso Alvaro Gonzalez o proferito frasi razziste nei confronti del giapponese Hiroki Sakai.