Si avvicina il derby di Milano tra Inter e Milan e aumentano le chance di Zlatan Ibrahimovic si partire dal primo minuto, al contrario di Samir Handanovic che – al massimo – partirà dalla panchina lasciando il posto da titolare tra i pali a Padelli. Per lo svedese non ci dovrebbero essere problemi con Stefano Pioli che aveva già accennato la disponibilità di Zlatan di porsi al centro dell'attacco rossonero. Per il capitano nerazzurro, invece, non sarà il caso di rischiarlo in un match così delicato dopo l'infortunio al dito.

Più Ibra, meno Handanovic

A poche ore dal match delle 20.45 che rappresenta il clou della 23a giornata di Serie A, Stefano Pioli recupera Ibrahimovic e pensa al 4-4-1-1 con Calhanoglu a supporto dello svedese per provare a impensierire la difesa nerazzurra. Non ci sarà invece Krunic, mentre sono recuperati Conti e Kjaer in difesa. Antonio Conte ha provato diverse soluzioni in settimana durante gli allenamenti: ha testato la coppia Sanchez-Lukaku ma anche un meno classico 3-5-1-1 con Eriksen alle spalle del belga. E c'è la conferma di Padelli fra i pali al posto dell'infortunato Handanovic.

Inter, snodo attacco: con Lukaku o Sanchez o Eriksen

Per Conte c'è la possibilità di cambiare il modulo, o all'inizio o in corsa. Il tecnico non si fida moltissimo delle condizioni fisiche di Sanchez e potrebbe preferire il cileno in panchina in attesa di inserirlo in corsa durante la partita. Deciso che Lukaku non si tocca, improbabile anche l'esordio al derby dal primo minuto del giovanissimo Esposito. Così, potrebbe esserci la soluzione Eriksen, con il danese a rimorchio del belga in un inedito 3-5-1-1. Tra i pali ci sarà invece Padelli, con Handanovic infortunato che si accomoderà in panchina.

Inter (3-5-1-1) probabile formazione: Padelli; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Barella, Young; Eriksen; Lukaku. All. Conte

Milan, idea 4-4-1-1 con Ibra sola punta

Anche per Stefano Pioli c'è spazio per qualche sorpresa tattica: il tecnico dei rossoneri potrebbe addirittura pensare a un 4-4-1-1 non rinunciando alla difesa a  e provando a sfruttare le qualità di Ibrahimovic in avanti. Sarebbe infatti lo svedese a prendersi il peso dell'attacco con Bonaventura a sinistra e Calhanoglu dietro all'unica punta, e l'esclusione di Leao e Rebic che partirebbero dalla panchina.

Milan (4-4-1-1) probabile formazione: Donnarumma; Conti, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Castillejo, Kessié, Bennacer, Bonaventura; Calhanoglu; Ibrahimovic. All. Pioli