4 Gennaio 2022
16:11

Dalla Premier all’addio al calcio a 30 anni, decisione drastica: “Non mi diverto più”

Lascia il calcio a 30 anni con ancora un contratto di un anno e mezzo in corso. Dopo tante presenze in Premier e in Nazionale, la decisione è stata drastica: “Non mi diverto più”.
A cura di Fabrizio Rinelli

Una scelta di vita resa pubblica attraverso un lungo comunicato diramato dal suo club di appartenenza. Con un totale di 107 presenze in Premier League e 209 in Eredivisie, senza dimenticare le 17 con la Nazionale maggiore dell'Olanda, a soli 30 anni Davy Propper ha deciso di dire addio al calcio giocato. Una decisione sorprendente per un giocatore che aveva ancora un contratto di 1,5 anni con il PSV, ma che ora è stato sciolto. "Ho preso la decisione prima di Natale e mi sembra un sollievo. Per questo motivo so che è la scelta giusta". Sono state le sue prime parole accompagnate da un lungo messaggio d'addio a tutti i tifosi.

Davy Propper era tornato a Eindhoven quest'estate dopo aver giocato quattro stagioni in Inghilterra con il Brighton. “Durante il periodo che sono stato all'estero ho notato che pian piano perdevo il piacere di giocare a calcio – ha sottolineato – Ho trovato estremamente difficile giocare in modo ottimale e lasciare che la mia vita fosse completamente determinata dal fitto calendario calcistico". Propper ha messo in evidenza anche il suo disagio dopo il contagio al Covid-19: "La mancanza di visite da parte di familiari e amici non mi hanno fatto bene".

Proprio per questo motivo il centrocampista olandese quest'estate era così felice di aver avuto l'opportunità di lavorare di nuovo con il PSV: "Speravo che con il mio ritorno in Olanda mi facesse nuovamente divertire giocando a calcio – ha aggiunto – Sfortunatamente, non è stato così facile, anche perché non mi sento a mio agio nella cultura calcistica. Per questo ho chiuso adesso". Il 30enne giocatore rifletterà tranquillamente sul suo futuro nei prossimi sei mesi, ora vuole solo godersi il tempo libero con la propria famiglia. “Scoprirò esattamente cosa voglio, dove risiedono le mie passioni e i miei interessi e cosa voglio raccogliere – ha concluso – Ora voglio solo ringraziare la mia famiglia, i parenti e gli amici per tutto il supporto che ho ricevuto da loro. Ora ho del tempo da investire su di loro".

L'ossessione di Guardiola per il Liverpool: "In Premier hanno vinto dopo 30 anni"
L'ossessione di Guardiola per il Liverpool: "In Premier hanno vinto dopo 30 anni"
Dybala piange a dirotto, non era pronto per addio alla Juve: "Pensavo di restare per anni”
Dybala piange a dirotto, non era pronto per addio alla Juve: "Pensavo di restare per anni”
461 di Videonews
FIFA non si chiamerà più FIFA, nasce EA Sports FC: cosa cambierà (oltre al nome)
FIFA non si chiamerà più FIFA, nasce EA Sports FC: cosa cambierà (oltre al nome)
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni