La Repubblica Ceca si è ritrovata in una situazione molto nelle scorse ore. La nazionale ceca ha dovuto fare i conti con la notizia della positività al Covid-19 da parte di un membro dello staff della Nazionale e, per questo motivo, il commissario tecnico David Holoubek è stato costretto a convocare altri 24 nuovi giocatori, rispetto all'elenco presentato prima dell'inizio della parentesi nazionali, in vista della sfida di Uefa Nations League contro la Scozia in programma domani sera alle ore 20.45 a Olomuc.

Nelle scorse ore era stato ipotizzato anche un possibile spostamento della gara, dopo la vittoria 3-1 contro la Slovacchia, ma la UEFA ha insistito sul fatto che la partita del secondo turno della Nations League Lega B girone 2 si giocasse regolarmente e allora il commissario tecnico ha deciso di convocare una intera nuova squadra, composta praticamente da debuttanti a parte il 36enne Roman Hubnik e il 30enne Stanislav Tecl. Una vera e propria rivoluzione rispetto alla sfida di qualche giorno fa.

In casa Repubblica Ceca l'allarme Coronavirus era scattato già la scorsa settimana, quando il centrocampista del West Ham United, Tomas Soucek, e l’attaccante della Roma, Patrik Schick, erano stati costretti a saltare la partita in Slovacchia poiché in quarantena dopo essere entrati in contatto con un membro dello staff della nazionale che era risultato positivo al Covid-19.

La scorsa settimana l'Uefa aveva illustrato le regole in caso di in caso di positività al Covid-19, affermando che la partita si sarebbe disputata come previsto purché la squadra avesse almeno 13 giocatori disponibili (di cui almeno un portiere). La gara di Olomuc tra Repubblica Ceca e Scozia si giocherà regolarmente perché, come già ampiamente riportato, sono stati convocati altri 24 giocatori da parte della selezione di casa e i loro tamponi sono risultati tutti negativi.