Ha vissuto un anno intero quasi da separato in casa. Anche nel momento migliore dell'Inter, quello delle otto vittorie consecutive, Christian Eriksen il campo lo ha visto poco, una volta addirittura si è dovuto allenare da solo a match finito (contro lo Spezia). Il danese è stato messo sul mercato mesi fa, l'Inter ha sperato di ricevere delle offerte – si era parlato di Tottenham eParis Saint Germain – ma finora nessuno sembra aver mostrato un vero interesse per il trequartista classe 1992. E a meno di clamorose novità Eriksen sarà un calciatore dell'Inter fino al termine della stagione e Conte sta provando a cambiargli posizione.

Conte pensa a Eriksen regista

Contro la Fiorentina, nel match degli ottavi di finale di Coppa Italia, vinto al 119′ con un gol di Lukaku, i nerazzurri hanno giocato con Eriksen in posizione più arretrata. Il danese ha fatto il regista. Posizione inedita per lui, Ma per Conte l'ex degli Spurs potrebbe occupare ancora quella posizione in futuro, anche se non contro la Juventus, perché Brozovic non si tocca. Le parole dell'ex c.t.:

Dobbiamo cercare di sfruttare tutto il potenziale della rosa: dietro a Brozovic non abbiamo un altro play, quindi stiamo impostando Christian cercando di tirargli fuori il meglio anche in quella posizione. Ha giocato da trequartista, interno e ora da regista: avere un elemento con queste caratteristiche può sicuramente essere utile alla squadra.

Il danese fuori dal mercato

Conte in conferenza stampa di fatto ha tolto dal mercato Eriksen e probabilmente lo ha fatto non solo perché non ci sono state offerte di grido, o perché Sensi sarà ancora indisponibile. Probabilmente il tecnico ha capito di poter utilizzare in modo migliore il danese che potrebbe essere, di nuovo, il miglior acquisto di gennaio dell'Inter.