"Juve-Napoli? Me la godrò in tv, sapendo che tutti state sottovalutando molto il Napoli. È un'ottima squadra, ma nessuno la sta mettendo tra le favorite". Antonio Conte ha appena visto la sua Inter vincere per 5-2 in casa del Benevento e si è espresso così in merito alla super sfida di domenica che si giocherà all'Allianz Stadium di Torino tra i bianconeri di Andrea Pirlo e gli azzurri di Gennaro Gattuso. Il tecnico nerazzurro ha commentato la gara del Ciro Vigorito con grande soddisfazione ai microfoni di SkySport 24 e si è soffermato sul fatto che pur cambiando gli interpreti ci sono alcune idee ben delineate: "La più grande soddisfazione è vedere che, al di là degli interpreti, l'idea di gioco non cambia, la stessa che portiamo avanti dall'anno scorso ma con più opzioni. Questa è una squadra che gioca, attacca, crea tantissimo. Dobbiamo lavorare un po' sul discorso dell'equilibrio, ma io mi diverto a vedere questa squadra giocare: trame di gioco importanti, che stanno facendo la differenza".

L'allenatore salentino ha parlato del modo in sui i calciatori nuovi si sono inseriti nel gruppo e nei meccanismi tattici: "Sicuramente ci troviamo un lavoro di base di un anno, è importante. Su questa base siamo intervenuti anche cambiando sistema col trequartista. Il fatto di poter dare due interpretazioni aumenta la nostra pericolosità. Bravi i ragazzi, anche perché non dimentichiamo che il Benevento veniva da una vittoria in casa della Samp. Giusta determinazione, giusto approccio, ma c'è tanto da lavorare".

Infine Conte ha parlato della condizioni di Arturo Vidal, che è uscito anzitempo dalla sfida di Benevento per una botta alla coscia: "Arturo ha ricevuto un colpo sulla coscia e ho preferito toglierlo e non rischiarlo anche in virtù del risultato. Ma non dovrebbe essere nulla di preoccupante, lui è un guerriero e i guerrieri sono sempre pronti per la guerra".