6.153 CONDIVISIONI
11 Gennaio 2022
19:01

Conte getta la spugna in conferenza stampa: “Non ho aspettative, il club faccia ciò che vuole”

Nella conferenza di vigilia del ritorno di semifinale di Carabao Cup contro il Chelsea, il tecnico pugliese è apparso rassegnato: “Il mio pensiero lo conoscono benissimo”
A cura di Alessio Pediglieri
6.153 CONDIVISIONI

Antonio Conte ha parlato. Domani sera il suo Tottenham sarà protagonista di una partita delicatissima, contro il Chelsea, per il ritorno della semifinale di Carabao Cup, uno dei trofei cui gli Spurs puntano con massima attenzione, ma che è stato pregiudicato dalla sconfitta dell'andata. Esclusi già da tempo dai giochi per il titolo in Premier League, gli Spurs proveranno domani sera nel miracolo di ribaltare pronostici e risultato.

Una conferenza stampa classica di introduzione al derby londinese che per il Tottenham ha il sapore di un'ultima opportunità per sistemare una stagione negativa, contro un rivale storico e da sempre calcisticamente odiato. Ma anche un'occasione d'oro per fare il punto della situazione attuale in seno al club, con riflessioni che sono apparse tutt'altro che rassicuranti per i tifosi del Tottenham, che pur amano alla follia il loro tecnico. Viso tirato e sguardo stanco: Antonio Conte non è apparso in gran forma con il tecnico pugliese che ha chiuso sul nascere alcuni argomenti ‘scomodi' come la situazione attorno a Ndombele – accostato alla Roma di Mourinho: "Non ne parlo con i media, non mi pare giusto. Ognuno è padrone del proprio destino, se dovrò dirgli qualcosa lo farò con lui".

Un destino che a Londra sponda Spurs, Conte sta vivendo in modo intenso e faticosissimo. Troppi alti e bassi, una squadra presa al volo, rimessa a posto in pochissimo tempo e rilanciata, ma ancora senza una identità definita. L'uscita dall'Europa a tavolino per volontà della Uefa, il ritardo in campionato dove sta provando una risalita quasi impossibile, la sconfitta a Stamfrod Bridge in Carabao Cup che appare come il capolinea nel torneo. E un mercato che stenta a decollare e molto probabilmente mai lo farà a gennaio.

Al momento non si è registrato alcun movimento in casa Spurs. Conte è da tempo scontento di diversi suoi giocatori, che non vede utili e funzionali alla causa ma l'entusiasmo dell'inizio sembra aver lasciato spazio al realismo delle ultime ore. Di acquisti al momento non se ne parla: "Io ho parlato con il club, sanno perfettamente cosa penso e quale situazione ho trovato quando sono arrivato e adesso. Aspettative? No, non ho alcuna aspettativa, poi il club decida ciò che vuole, ciò che sia meglio fare per lui".

Un cambio di rotta improvviso, visto che solo il 2 gennaio lo stesso Conte annunciava cambiamenti e sorrideva, anche parlando con grande rispetto di Lukaku (in piena crisi con il Chelsea e in odore di strappo). Ora tutto è cambiato e le parole in conferenza confermano la sensazione di vedere un Conte rassegnato al proprio destino fino a fine stagione: "Il mio pensiero lo conoscono in società, poi la mia priorità oggi è un'altra. Devo solo pensare che la cosa migliore da fare adesso è cercare di spremere il massimo dai miei giocatori, giocare sulla voglia e l'orgoglio della squadra che ho. Cosa accadrà poi? Non lo so".

6.153 CONDIVISIONI
La lista di mercato di Conte per il Tottenham: vuole "saccheggiare" l'Inter
La lista di mercato di Conte per il Tottenham: vuole "saccheggiare" l'Inter
Klopp fa retromarcia su Conte ma non risparmia Guardiola: "Forse ne saprà più di me"
Klopp fa retromarcia su Conte ma non risparmia Guardiola: "Forse ne saprà più di me"
Lo staff tecnico si presenta in conferenza stampa: scelta di Spalletti, ma il Napoli non lo sapeva
Lo staff tecnico si presenta in conferenza stampa: scelta di Spalletti, ma il Napoli non lo sapeva
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni