Sono ormai diverse ore che si parla di Federico Cherubini, che nelle prossime ore dovrebbe diventare uno dei dirigente di riferimento dell'area tecnica della Juventus. Dopo l'eliminazione in Champions League Andrea Agnelli ha deciso di esonerare Maurizio Sarri e oltre ad essere alla ricerca di un nuovo tecnico sta provando ridisegnare i quadri dirigenziali del club. Dopo aver sollevato dall'incarico Marco Re, capo dell'area finanziaria, anche la situazione di Fabio Paratici non sarebbe delle migliori, visto che il dirigente piacentino era responsabile dell'area tecnica e la gestione della stagione appena conclusa non è piaciuta: a sostituirlo dovrebbe essere proprio Cherubini, che è destinato a essere il dirigente numero uno con Claudio Albanese, responsabile della comunicazione e delle relazioni esterne.

Il dirigente umbro ha una lunga esperienza nel calcio che inizia sui campi dei dilettanti e approda al Foligno nel professionismo. Dopo essere stato capitano della società della sua città ne diventa dirigente di riferimento e sfiora la promozione in Serie B. Sono quelli gli anni in cui intreccia rapporti con la Sampdoria, dove all'epoca c'erano Marotta e Paratici, e ha la possibilità di traslocare in blucerchiato o di andare al Perugia ma Cherubini è rimasto al Foligno.

Poi arriva la chiamata della Juventus, dove nel frattempo si sono trasferiti gli stessi uomini che lo volevano a Genova, ovvero Marotta e Paratici, e nell'estate 2012 diventa un dirigente bianconero. Inizialmente Cherubini si è occupato delle giovanili e dei giocatori in prestito in Serie B e C ma piano piano si è conquistato il suo spazio, diventando prima coordinatore della Juve U23 e recentemente vice responsabile dell'area tecnica. Ora Cherubini è sempre più vicino ad assumere un ruolo più importante nella società bianconera.