Il tecnico in conferenza stampa – Twitter Juventus
in foto: Il tecnico in conferenza stampa – Twitter Juventus

Dopo i tre punti conquistati in campionato contro il Cagliari, per la Juventus di Andrea Pirlo è già arrivato il momento di voltar pagina e di dedicarsi alla Champions League. A pochi giorni dalla vittoria in Ungheria, i bianconeri affrontano nuovamente il Ferencváros per il quarto turno del gruppo G: "Domani sarà una gara decisiva e chiudere la qualificazione sarebbe importantissimo, perché permetterebbe di dare respiro a chi ha giocato di più in questo inizio di stagione – ha spiegato in conferenza stampa il tecnico della Juventus – Proprio per questo motivo dobbiamo approcciare alla partita nel migliore dei modi e non voglio cali di concentrazione".

Il percorso di crescita della Juventus

"Mi darebbe molto fastidio vedere meno intensità rispetto al Cagliari – ha aggiunto il mister – Dobbiamo continuare il nostro percorso di crescita. Sabato sera non abbiamo fatto niente, è stata solo una partita fatta bene. Se non diamo continuità alle prestazioni e ai risultati, non siamo una grande squadra e non siamo la Juventus". Contro il Ferencváros, Andrea Pirlo avrà però problemi in difesa dove si è fermato anche Demiral: "Abbiamo qualche assenza in quel reparto e giocheranno i difensori arruolabili. Gli altri sono a disposizione e sarà in campo chi starà meglio".

Pirlo al lavoro per il tridente

Uno degli argomenti trattati in conferenza stampa dall'allenatore è stato anche quello legato alla possibilità di vedere Dybala in campo insieme a Cristiano Ronaldo e Alvaro Morata: "Stiamo pensando a diverse soluzioni per la manovra offensiva e cercheremo di farli giocare insieme, anche se c'è ancora tempo. Dybala sta ritrovando la giusta condizione, bisogna avere pazienza con lui. Domani vedremo se schierarlo dal primo minuto". Scelte ristrette e obbligate in difesa: "Dietro sono rimasti in quattro… giocheremo Danilo centrale e Alex Sandro terzino sinistro, il resto vedremo".