Il sorriso ritrovato di Andrea Pirlo, dopo la brillante vittoria contro il Cagliari, si è subito spento alla notizia dell'infortunio di Merih Demiral. Come comunicato dallo staff medico bianconero, che lo ha sottoposto stamane alla risonanza magnetica presso il J Medical, il difensore turco si è infatti procurato un'elongazione del muscolo ileopsoas di destra e dovrà rimanere fuori per una decina di giorni saltando la partita di Champions League contro il Ferencvaros, quella di sabato a Benevento e il match del 2 dicembre contro la Dinamo Kiev.

Nella migliore delle ipotesi, l'ex giocatore del Sassuolo è dunque destinato a rientrare il prossimo 5 dicembre, quando la vecchia signora sarà impegnata nel derby con il Torino. Per il tecnico della Juventus si tratta ovviamente di una brutta notizia, arrivata in un momento dove si gioca praticamente ogni tre giorni e dove la difesa juventina può contare attualmente in quel ruolo solo su de Ligt e non può disporre dei due giocatori più importanti: Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci.

Le scelte obbligate di Andrea Pirlo

Il 2020 si è rivelato per Demiral un anno da dimenticare. Prima di questo nuovo infortunio, il ventiduenne della nazionale turca si era infatti fermato per sette mesi, a causa della rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro rimediato nella sfida con la Roma, ed era tornato a disposizione soltanto nel luglio scorso perdendo la bellezza di 20 partite. La sua assenza, in vista della partita europea con il Ferencvaros, ora spingerà Andrea Pirlo a far scelte azzardate e obbligate. In occasione del match del gruppo D di Champions, di fianco a de Ligt dovrebbe quindi giocare Danilo, con Alex Sandro (o Frabotta) e Cuadrado sulle due corsie esterne.