Il caso Osimhen. Gli infortuni in attacco. La malattia all'occhio di Gattuso. L'unica notizia positiva è stata la sentenza del Collegio di Garanzia del Coni che ha cancellato il -1 in classifica, la sconfitta a tavolino e imposto che la sfida con la Juventus si giochi. La necessità di riprendere la marcia interrotta con una chiusura d'anno caratterizzata da 2 sconfitte (Inter e Lazio) e un pareggio (Torino) accompagna il Napoli in trasferta a Cagliari (domenica 0re 15). È il primo match dell'anno che apre un filotto di 5 match in 12 giorni, Coppa Italia compresa. Ecco perché la positività al Covid dell'attaccante nigeriano – ha fatto molto discutere il video dei festeggiamenti in patria senza mascherine né distanziamento – complica i piani del tecnico, già costretto a rinunciare a Mertens per infortunio. Sia l'uno sia l'altro saranno assenti in Sardegna: anzi, per l'ex Lille i tempi di recupero di allungano, considerato che salterà anche la sfida di Supercoppa contro la Juventus; quanto al belga, rientrerà lunedì e solo allora si capirà se potrà essere almeno convocato per la gara con lo Spezia (6 gennaio) oppure si attenderà l'incontro successivo (10 gennaio, con l'Udinese). La posizione del tecnico è molto semplice: proprio in previsione del primo trofeo in palio non c'è alcuna volontà di correre rischi.

Cagliari-Napoli, le probabili formazioni

Quale sarà la formazione del Napoli che andrà in campo a Cagliari? Gattuso ha tenuto Koulibaly e Mertens fuori dai convocati. In difesa, davanti a Ospina, sarà Maksimovic a prendere il posto del senegalese accanto a Manolas; Di Lorenzo e Hysaj (o Rui) dovrebbero essere gli esterni. A centrocampo Fabian sembra favorito su Demme per giocare in tandem con Bakayoko, Zielinski completerà il reparto. Attacco con Insigne e Lozano esterni, Petagna punta centrale. Tra i sardi non potrà esserci ancora Nainggolan, disponibile dal 4 gennaio (quando riaprirà ufficialmente il mercato).

  • Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Zappa, Ceppitelli, Walukiewicz, Lykogiannis; Marin, Nandez; Oliva, Joao Pedro, Sottil; Simeone. Allenatore: Di Francesco. A disposizione: Vicario, Tripaldelli, Carboni, Pisacane, Caligara, Pereiro, Pinna, Tramoni, Cerri, Pavoletti.
  • Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Hysaj; Fabian, Bakayoko, Zielinski; Lozano, Petagna, L. Insigne. Allenatore: Gattuso. A disposizione: Meret, Contini, Malcuit, Mario Rui, Ghoulam, Rrahmani, Demme, Lobotka, Elmas, Politano, Llorente.