A 71 anni e il giorno prima del derby Inter-Milan un simbolo dei nerazzurri Mauro Bellugi è venuto a mancare. Era tutt'oggi amatissimo dai tifosi dell'Inter e apprezzato anche dagli avversari, è stato uno dei simboli della prima nazionale di Bearzot. All'esterno dello stadio di San Siro il gruppo dei tifosi della Curva Nord ha reso omaggio a Bellugi con uno striscione molto bello, un testo semplice, in cui traspare tutto il grande affetto: "Buon viaggio Bellugi, eroe nerazzurro".

L'omaggio della Curva Nord per Mauro Bellugi

Sui social tantissimi tifosi dell'Inter hanno ricordato con affetto Bellugi e hanno sottolineato che ha lasciato questo mondo il giorno prima la disputa del derby di Milano, la partita più sentita in assoluto. La squadra indosserà il lutto al braccio e lo onorerà così, e prima del via ci sarà anche un minuto di raccoglimento per la leggenda nerazzurra. I tifosi all'esterno di San Siro hanno esposto uno striscione per Bellugi: "Buon viaggio Bellugi, eroe nerazzurro".

I seri problemi di salute di Bellugi

Bellugi è morto il 20 febbraio.Pochi mesi fa era balzato agli onori delle cronache, purtroppo, perché a causa del Covid la sua malattia si era aggravata e all'ex calciatore erano state amputate le gambe. Con grande coraggio, quello che lo aveva sempre contraddistinto in campo, aveva detto che avrebbe lottato e combattuto, che avrebbe trovato la forza nell'esempio di Alex Zanardi, ma purtroppo c'è stato un improvviso peggioramento che ha portato alla morte di Bellugi, che è stato onorato e omaggiato da tutto il mondo del calcio. E il suo mondo non lo aveva mai dimenticato, persona simpatica, dotata di grande ironia era stato anche un apprezzato opinionista televisivo tra gli anni '80 e '90.