Sono Sime Vrsaljko e Angel Correa i calciatori dell'Atletico Madrid risultati positivi (ma asintomatici) al Coronavirus dopo gli ultimi test condotti dal club spagnolo in vista della partenza per la Final Eight di Champions League, in programma a Lisbona (giovedì 13 agosto c'è la sfida contro il Lipsia). Per entrambi è già scattato il protocollo di isolamento domiciliare previsto in situazioni del genere mentre il resto della squadra e tutti gli altri tesserati sono stati sottoposti al monitoraggio sanitario. Negativi tutti gli altri tamponi svolti nelle ultime ore. I prossimi verranno ripetuti all'arrivo del "gruppo squadra" in terra lusitana.

Il comunicato ufficiale dell'Atletico Madrid

La prima squadra e membri dello staff tecnico sono stati sottoposti ieri a nuovi test PCR, il cui esito è stato in tutti negativo, dopo la comparsa di due casi positivi nei test effettuati sabato – si legge nella nota ufficiale della società iberica -. A seguito del protocollo sanitario, detti test sono stati eseguiti anche su parenti conviventi con i due casi positivi, tutti anch'essi negativi.

In questo modo, 21 calciatori della prima squadra più i giocatori dell'Academy (Alex Dos Santos, Manu Sánchez, Riquelme e Toni Moya) si recheranno domani nella capitale portoghese per concentrarsi per la disputa dei quarti di finale di Champions League.

La gara di Champions con il Lipsia si gioca

Nella giornata di domani è in agenda la partenza per il Portogallo. Partenza che era stata rinviata alla luce dei casi d'infezione rilevati con gli ultimi test diagnostici. Il programma della Champions continuerà regolarmente, senza variazioni (come precisato dalla Uefa). La squadra di Simeone sarà in campo per strappare la qualificazione alla semifinale, laddove potrebbe ritrovare la vincente della sfida tra Atalanta e Paris Saint-Germain.