Tre mesi senza calcio, ma per l'Atalanta non sembra essere cambiato nulla. I nerazzurri tornano e si mostrano in forma strepitosa, come se non si fossero mai fermati, e battono meritatamente per 4-1 un Sassuolo difensivamente da dimenticare: reti di Djimsiti, Zapata (doppietta) e autogol di Bourabia, che si rifarà poi nel recupero con il gol della bandiera. Un risultato speciale in un giorno speciale, quello della prima partita di calcio post-Covid a Bergamo, una delle città più colpite dall'emergenza sanitaria. Toccante il minuto di raccoglimento osservato prima dell'inizio della partita.

Atalanta straripante con Gomez e Zapata

I primi minuti di partita sembrano il preludio ad un'Atalanta diversa da quella che avevamo lasciato a marzo, lanciatissima in Serie A e Champions League. I nerazzurri cominciano su ritmi molto bassi e soffrono la vivacità del Sassuolo, che nei primi 10 minuti costruisce almeno un paio di situazioni interessanti dalle parti di Gollini e dà la sensazione di poter sbloccare il risultato da un momento all'altro. Il problema dei neroverdi è nell'assetto difensivo, così fragile e instabile da barcollare sin dai primi affondi dell'Atalanta. Djimsiti porta avanti i padroni di casa sugli sviluppi di un calcio d'angolo al quarto d'ora e da lì in avanti quella nerazzurri si trasforma in una valanga verso la porta difesa da Consigli. Una traversa, due gol annullati ed altrettanti realizzati (da Zapata e Bourabia, nella porta sbagliata) portano la Dea sul 3-0 all'intervallo.

Il Sassuolo merita (e trova) il gol

Il dominio nerazzurro del primo tempo ha un impatto inevitabile sullo sviluppo della gara nella ripresa. L'Atalanta abbassa comprensibilmente la guardia, appagata dal risultato e in pieno controllo dell'incontro, e il Sassuolo trova gli spazi che non vedeva dai primi minuti del match. Ne esce fuori un finale di partita lento ma gradevole, con buone occasioni su entrambi i fronti. La squadra di De Zerbi meriterebbe anche un gol per quanto riesce a costruire Dall'altra parte, invece, quasi per inerzia Duvan Zapata realizza il gol della doppietta, con un bel colpo di testa su assist di Gomez. Un ritorno in grande stile, per la Dea, che non basta a Gasperini per evitare l'espulsione nel finale nonostante l'enorme vantaggio. In pieno recupero la bella punizione di Bourabia per il definitivo 4-1.