LeBron James è sempre determinante per i Los Angeles Lakers che battendo a domicilio Cleveland hanno ottenuto il decimo successo consecutivo in trasferta. Il campionissimo ha realizzato la bellezza di 46 punti (sui 115 della squadra). I Nets confermano di essere da corsa, contro il magico trio di Brooklyn si è dovuta arrendere di nuovo Miami, ko di 13 punti. Vincono anche il Celtics che con il ritrovato Tatum sconfigge Chicago. Non basta un super Doncic ai Mavericks, che perdono di un soffio in casa contro i Nuggets.

Vincono Lakers, Nets e Celtics

La notte americana dunque rimette in prima pagina il grande LeBron che omaggia così nel modo migliore il suo amico Kobe Bryant, scomparso un anno fa in un tragico incidente. Molto interessante è stata anche la partita tra i Nets e gli Heat, che si sono affrontati a distanza di pochi giorni. Partita completamente diversa, ma con lo stesso risultato. Vittoria di Brooklyn che con Durant, Harden e Irving continua a vincere. La bella prova difensiva fa calare le quotazioni dei bookmaker di Brookylin.

Il colpo basso e l'espulsione di Murray

Nella sfida tra Dallas e Denver la guardia dei Naggets Murray è stato espulso per un episodio molto particolare. A 4'15" dal termine del terzo quarto Murray dopo essere caduto a terra dopo uno scontro con Tim Hardaway Jr. rialzandosi ha colpito l'avversario all'inguine con il braccio destro. L'arbitro ha fischiato fallo, ma dopo aver rivisto le immagini ha cambiato decisione e ha espulso Murray.

I risultati delle gare della notte: Detroit Pistons-Philadelphia 76ers 119-104, Indiana Pacers-Toronto Raptors 129-114, Orlando Magic-Charlotte Hornets 117-108, Brooklyn Nets-Miami Heat 98-85, Cleveland Cavaliers-Los Angeles Lakers 108-115, Dallas Mavericks-Denver Nuggets 113-117, Chicago Bulls-Boston Celtics 103-119, Golden State Warriors-Minnesota Timberwolves 130-108, Portland Blazers-Oklahoma City Thunder 122-125.