21 Giugno 2022
10:14

La preparazione disumana delle ginnaste inglesi: abusi, privazioni e punizioni fisiche

Un dossier pubblicato da Whyte Report ha alzato il velo su cosa è accaduto nel mondo della ginnastica inglese tra il 2008 e il 2020. Il quadro tracciato è agghiacciante: “Esperienze strazianti e angoscianti da leggere”.
A cura di Maurizio De Santis
Il dossier pubblicato da Whyte Report ha alzato il velo sul dietro le quinte del mondo della ginnastica femminile inglese.
Il dossier pubblicato da Whyte Report ha alzato il velo sul dietro le quinte del mondo della ginnastica femminile inglese.

Il dossier redatto da Whyte Report è come aprire la porta della stanza degli orrori. Tutti sapevano cosa accadeva nel mondo della British Gymnastics, nessuno parlava. E a pochissimi interessava sapere quel che succedeva al di là della porta. Il rapporto su quanto accaduto tra il 2008 e il 2020 mette i brividi addosso, solleva il coperchio al vaso di Pandora.

Le giovanissime ginnaste inglesi (ragazze anche di età inferiori ai 12 anni) erano sottoposte a una disciplina ferrea, a una cultura dell'abuso fisico ed emotivo messa in atto dagli allenatori perché così avrebbero temprato il carattere e trasformate in macchine perfette nell'esecuzione degli esercizi.

Le tenevano a digiuno. Rovistavano nelle loro borse. Impedivano loro di fare pausa perfino per andare in bagno. Le obbligavano ad allenarsi anche se infortunate. E se sgarravano, rispetto alla disciplina da addestramento militare, venivano appese agli anelli per punizione.

In una dichiarazione congiunta, UK Sport e Sport England, che avevano commissionato quell'indagine nel 2020 in seguito a quelle che erano iniziate come sussurri e poi sono state scoperte come amare verità, hanno tracciato un punto fermo rispetto al passato: "Le esperienze delle ginnaste condivise in questa recensione sono strazianti e angoscianti da leggere. Nessuno nello sport dovrebbe mai essere soggetto a tali abusi".

Metodi di allenamento da ’addestramento militare’, il quadro emerso dall’indagine interna ha svelato particolari agghiaccianti su allenamenti e trattamento riservati ai ginnasti.
Metodi di allenamento da ’addestramento militare’, il quadro emerso dall’indagine interna ha svelato particolari agghiaccianti su allenamenti e trattamento riservati ai ginnasti.

Il quadro tracciato è agghiacciante, basta leggere quali sono le deduzioni per averne contezza. Sono state ricavate grazie alle testimonianze e ai racconti di chi un certo trattamento lo ha subito e poi ha deciso di rivelare ogni cosa. La British Gymnastics "non solo non è riuscita a prevenire o limitare tali comportamenti, ma ne aveva condonati alcuni nella ricerca del successo competitivo nazionale e internazionale".

Qual è stato l'effetto di questo percorso di sopravvivenza spinto all'estremo? Fino al 2008 nessuna ginnasta britannica aveva mai conquistato una medaglia olimpica mentre nelle ultime quattro edizioni ne sono arrivate 16.

Ma numeri del genere non bastano, non possono bastare, a giustificare i metodi adottati. Sarah Powell, neo dirigente della British Gymnastics, null'altro ha potuto fare che porre le scuse per quanto emerso. "Sono una mamma e certe cose nulla c'entrano con lo sport – le parole a insider.com -. La ginnastica sarà diversa anche grazie al coraggio dei giovani che hanno parlato".

Italia medaglia d'argento nella spada a squadre femminile ai Mondiali 2022: vince la Corea del Sud
Italia medaglia d'argento nella spada a squadre femminile ai Mondiali 2022: vince la Corea del Sud
Kerley vince i Mondiali ma Jacobs è la sua ossessione, lo sfida davanti a tutti:
Kerley vince i Mondiali ma Jacobs è la sua ossessione, lo sfida davanti a tutti: "Qualunque cosa"
La resistenza stoica di Jacobs, ha corso su dolore:
La resistenza stoica di Jacobs, ha corso su dolore: "Sto male, non riuscivo ad avanzare"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni