19 Settembre 2022
21:43

La mamma di Jacobs svela il paradosso del campione olimpico: “È l’uomo piu lento di questa terra”

Mamma Viviana spiega come ha vissuto l’assenza del padre di Jacobs al suo matrimonio: l’uomo aveva abbandonato entrambi quando Marcell aveva solo tre anni.
A cura di Paolo Fiorenza

Dopo aver chiuso trionfalmente la stagione agonistica con la vittoria nei 100 metri ai campionati Europei, che ha lenito in parte il ritiro forzato per infortunio ai Mondiali, Marcell Jacobs ha potuto finalmente sposare sabato scorso la sua Nicole, madre di due dei suoi tre figli. Un matrimonio celebrato in una location da sogno sul lago di Garda: la Torre di San Marco a Gardone Riviera.

Il due volte campione olimpico è stato circondato dall'affetto di tutte le persone a lui più vicine, con due eccezioni: suo padre Lamont, che non è venuto dagli Stati Uniti a differenza di altri parenti americani di Jacobs, e il primo figlio Jeremy, avuto a 18 anni dall'ex compagna Erika, con cui i rapporti non sono dei migliori. Sull'assenza del padre, ex militare originario del Texas (Marcell è nato proprio lì, a El Paso), si è pronunciata la mamma del velocista azzurro, Viviana Masini, tornata sul Garda dagli Stati Uniti quando il figlio aveva tre anni ed entrambi furono abbandonati dal padre.

"Devo ammettere che mi è dispiaciuto al 50 per cento che non sia venuto al matrimonio – spiega al Corriere della Sera – perché comunque non amo le forzature. È una persona che ha un po' di problemi fisici, ho quasi preferito così, piuttosto che vederlo qua che non stava bene e magari non riusciva a godersi la festa". Alla festa c'erano invece – oltre ai parenti di Nicole arrivati dall'Ecuador – altri 15 parenti americani, tra zii e cugini, tra cui la nonna Claudia: "Ci tenevo moltissimo – dice mamma Viviana – perché quella è l'altra metà della famiglia di mio figlio: li ho ringraziati tantissimo per essere venuti e loro hanno ringraziato me. E poi nonna Claudia ha 78 anni! Marcell ha da sempre un rapporto molto bello con lei. A 10 anni ebbe una crisi di identità, pensava di essere stato adottato, così la feci venire per il suo compleanno e fu un momento bellissimo, lui non si staccava dalla sua gonna. Lei mi ha portato una foto molto dolce di loro due insieme sul divano, fatta a quei tempi".

La madre di Jacobs spiega di sentirsi col figlio "almeno tre volte al giorno" e fa capire la durezza di aver cresciuto Marcell da sola: "Ritornare con un bambino piccolo dall'America, sconfitta da un fallimento, non è stato facile". I successi del ragazzo diventato campione ammirato da tutto il mondo l'ha ripagata dei sacrifici fatti ed ora è strafelice che divida la vita con una donna come Nicole: "È intelligente e capace ed è molto di polso, l'ammiro tanto".

Il parlare della nuora dà a mamma Viviana l'occasione per svelare a tutti chi è Marcell Jacobs quando non corre come un lampo sulla pista: "Lui è l'uomo più lento del mondo! Se non fosse per Nicole, quando non si allena starebbe sempre sul divano. Ha quell'energia che dà una spinta in più a Marcell che, a parte in pista, è davvero l’uomo piu lento di questa terra. Sono molto contenta di questo matrimonio perché Nicole completa Marcell. Riconosco in lei quella vena di pazzia che avevo anch'io da giovane. È stata disposta a lasciare la sua famiglia e il suo lavoro a Novi Ligure per seguire mio figlio a Roma. Apprezzo la sua determinazione. Mentre saranno in luna di miele, farò la nonna. Mi occuperò io di Anthony e Meghan. Tra poco scendo a Roma per stare in casa con loro".

Festa sfrenata della Ducati, a terra c'è un uomo legato con la parrucca rossa: cambierà squadra
Festa sfrenata della Ducati, a terra c'è un uomo legato con la parrucca rossa: cambierà squadra
Scozia e Argentina perdono la testa, terribile rissa in campo: scene vergognose
Scozia e Argentina perdono la testa, terribile rissa in campo: scene vergognose
Ginnastica italiana, ancora orrori:
Ginnastica italiana, ancora orrori: "Sangue dal naso per gli schiaffi, ragazze tirate per i capelli"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni