Si chiama ‘Futura' il logo delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026, che ha ottenuto il 75% delle preferenze espresse via internet (850 mila voti). È la prima volta nella storia che lo stemma dei Giochi è il risultato dei consensi frutto di una consultazione popolare online e iniziata il 6 marzo scorso (e conclusa il 25 marzo), con la presentazione dei due simboli (‘Dado' e ‘Futura') avvenuta sul palco del Festival di Sanremo. Sono stati Alberto Tomba e Federica Pellegrini a proporre alla platea le immagini dei due marchi. L’annuncio ufficiale è arrivato oggi, durante una conferenza stampa in modalità digitale svolta su Facebook: attraverso la pagina di Milano Cortina 2026 gli utenti hanno potuto assistere al collegamento in diretta tra il Salone d’Onore del Coni e la sede lombarda della kermesse invernale.

Com'è composto il logo Futura? È formato da due numeri (il 2 e il 6, che richiamano la data dei Giochi invernali) di color ghiaccio. Una sfumatura che è piaciuta di più al pubblico votante rispetto all'altro accostamento cromatico (rosso e verde sormontato da un fiocco di neve azzurro stilizzato) proposto per Dado. 

Un'edizione dei Giochi in un momento storico particolare per l'Italia. Valentina Vezzali, ex campionessa olimpica di scherma e neo sottosegretario allo Sport, ha commentato con entusiasmo la scelta dello stemma. Un atto che dà il via al lungo conto alla rovescia verso l'edizione italiana dei Giochi invernali. "Questo è un momento storico – le parole in diretta streaming -. Ciò che ieri non c'era, oggi è una realtà. Un riconoscimento per un'Olimpiade che sarà memorabile. Una delle sfide che Milano-Cortina porta con sé e saprà vincere. Questi saranno Giochi Olimpici di tutta l'Italia che attraverso lo sport faranno rialzare il Paese. Lo sport è una leva".