Grande Fratello Vip 2021/2022
10 Marzo 2022
11:00

Stasera la semifinale del GFVip 6, il capoprogetto: “Dinamiche sempre più simili alle soap opera”

Giovedì 10 marzo va in onda la semifinale del GFVip6, l’edizione più lunga di sempre, eppure basata quasi esclusivamente sul triangolo Belli. Il capoprogetto Andrea Palazzo parla di come è cambiato il reality in 22 anni.
A cura di Giulia Turco
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Grande Fratello Vip 2021/2022

Giovedì 10 marzo va in onda la semifinale del Grande Fratello nella sua sesta edizione Vip, la terza dell'era Alfonso Signorini. Forse non una delle meglio riuscite, ma sicuramente una delle più discusse. Quest'edizione del reality chiude con il merito di esser stata la più lunga di sempre, quella con il maggior numero di prime serate su Canale 5, con una media, sul finire, dei 3.100.000 di spettatori, pari al 20,1%  di share. Certo, nulla a che vedere con i risultati della prima edizione: nel 2000 la finale ha registrato 16.019.000 spettatori, 59.97% di share. Difficile a credersi. Ma dall'era Taricone il modo di fare reality è profondamente cambiato.

Com'è cambiato il Grande Fratello

"All’inizio eravamo concentrati sulle dinamiche interne alla Casa, ma dopo qualche anno le porte le abbiamo aperte e abbiamo fatto fare irruzione alla realtà: l’isolamento non bastava più, dal punto di vista narrativo", spiega Andrea Palazzo, autore e capoprogetto del Grande Fratello da 22 edizioni, raggiunto dal settimanale Oggi. "A volte abbiamo fatto entrare anche persone con un po’ di notorietà legata all’attualità", continua ricordando ad esempio il coming out di Gabriel Garko nel 2020, "i piani su cui giocavamo a quel punto erano due, interno ed esterno, con gli intrecci possibili". Un'altra differenza sostanziale dal primo GF è che oggi la casa è sovrappopolata. I concorrenti da 10 sono arrivati ad essere 38, in quest'edizione. "E 38 persone ti cambiano regole e dinamiche", assicura Andrea Palazzo. "Col tempo diventate più simili a quelle delle soap opera, sia nel nostro approccio sia nello stile di montaggio del day time".

Da vita quotidiana a soap opera

E se c'è un tratto distintivo di questo GFVip è proprio la continua tensione alla narrativa in stile soap opera che ha avuto per protagonisti i tre amanti Soleil Sorge, Alex Belli, Delia Duran e il loro amore libero. Il fastidio da parte del pubblico si è concretizzato nell'accusa agli autori di aver manipolato più del dovuto la narrazione degli eventi, senza lasciare spazio alla spontaneità. Ma il tempo della genuinità si è esaurito, ora che i social "hanno cominciato a frantumare quello che il GF faceva in tv", spiega Palazzo, ovvero raccontare la vita delle persone. E così l'elemento di forza finisce per essere la costruzione deliberatamente artificiosa degli eventi. Ma non è tutto scritto, dall'inizio alla fine, come in ogni programma. "Noi ci limitiamo ad inserire degli "attivatori di storie": se sappiamo che due si stanno antipatici li mettiamo a far qualcosa insieme", racconta il capoprogetto. "Poi magari quelli ti diventano amici e si apre una linea narrativa che non avevi previsto e che stabiliscono loro".

La conduzione di Alfonso Signorini

In questo processo un ruolo fondamentale lo ha avuto la conduzione di Alfonso Signorini, "il direttore di un giornale che si occupa di cose vicine al mondo dei vip e della soapizzazione del reale, quindi sicuramente ha avuto una forte influenza", aggiunge Palazzo. Per farlo è fondamentale che si crei una profonda fiducia nel racconto tra i protagonisti e gli autori: "Per esempio il rapporto personale di Alfonso con Katia ci ha aiutato perché lei si è sentita accolta e si è raccontata come mai aveva fatto prima".

1282 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni