2.428 CONDIVISIONI
Grande Fratello Vip 2022/2023
11 Ottobre 2022
0:13

Pamela Prati racconta il caso Caltagirone al GFVip: “Non mangiavo più, volevo togliermi la vita”

Dopo anni Pamela Prati racconta al GF VIP cosa si nasconde dietro la vicenda che l’ha coinvolta, il caso Mark Caltagirone. “I truffatori me lo fecero conoscere al ristorante, alla fine mi scrissero “L’unico mio scopo è quello di distruggerti”.
A cura di Gaia Martino
2.428 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Grande Fratello Vip 2022/2023

Pamela Prati al Grande Fratello VIP, questa sera in diretta, ha parlato del caso Mark Caltagirone, la storia nata nel 2018 che poi si rivelò una truffa. "Ne ha sofferto, si è trasformata in una donna che pesava 37 kili, ha lasciato una traccia, un dolore che ancora non ha risolto" ha spiegato Alfonso Signorini prima di chiamarla in disparte per cominciare a parlare della questione. Così è iniziato il racconto:

Ho conosciuto Mark Caltagirone in un ristorante, i miei truffatori mi invitarono in un ristorante dove andavano diversi personaggi dello spettacolo. Mi ero lasciata, avevo perso una sorella, ero molto fragile. I truffatori me ne parlarono, dicevano che lui mi seguiva, che gli piacevo molto, che si era lasciato da poco con una donna con la quale aveva adottato un bambino con delle problematiche, aveva un tumore alla gola. Il bambino si chiamava Sebastian. Mi dissero che lui costruiva oleodotti in Siria, era un ingegnere che aveva studiato all'estero. Mi dicevano che saremmo stati perfetti insieme.

Pamela Prati ha continuato raccontando del momento in cui gli scrisse sui social: "Buona primavera". Così lui le chiese il numero: "Iniziammo a parlare, a flirtare. In lui trovai le mie stesse fragilità. Un uomo problematico, mi raccontava che la donna con cui era stato l'aveva lasciato, il bambino soffriva tanto". Un tema quello che a lei toccò particolarmente per via della sua infanzia: "Mi sono stati rubati i primi 6 anni di infanzia, ci portarono lontano da mia madre. Fummo portati in un collegio, perché mio padre ci aveva lasciato. Mia mamma ci portò via da quell'inferno". 

Perché Mark Caltagirone si rifiutava di vedere Pamela Prati

"Perché non riuscivi mai a vederlo?" le ha chiesto Signorini, la soubrette visibilmente turbata ha spiegato: "Lui mi raccontò che era figlio di un boss e che non poteva farsi vedere. Era un testimone di giustizia perché aveva visto morire suo padre, lo salvò la famiglia Caltagirone". Ma Pamela Prati ha raccontato di averlo visto in realtà, ma in videochiamata, "ci scrivevamo 24 ore su 24, dormivamo insieme, facevamo l'amore al telefono". Ha raccontato dei bei messaggi che lui le scriveva, delle canzoni dedicate, era geloso: "Però mi faceva sempre sentire in colpa, io lo bloccai per 10 giorni per la gelosia. Mi diceva che il bambino soffriva se vedeva le mie foto scollata". Poi decise di perdonarlo.

La confessione di Signorini: "Anche a me è successo"

Alfonso Signorini ha poi raccontato di essere stato vittima della medesima truffa: "Anche io rimasi vittima di una truffa, si presentò un uomo su Facebook di nome Simone Coppi. Ci ero cascato anche io. Leggendo quello che ti è successo, presi in mano il telefono e ti chiamai. Ti dissi che eri vittima di una truffa". Ma in quella occasione Pamela Prati non credette a nessuno, "Mi rimase solo lui" confessò. In occasione del compleanno di Sebastian si trovò a festeggiare sola sul terrazzo del condominio, episodio documentato dal video mandato in onda su Canale 5 che ha fatto scoppiare la Prati in lacrime. "Nel rivedere quelle immagini provo dolore".

 

Dopo Sebastian, subentrò Rebecca: "Mark mi scrisse una sera, lei aveva perso i genitori in un incidente. Mi propose di adottarla, dissi subito di sì". In questo modo i due bambini entrarono nella sua vita. "Mi chiamavano bastar*a da piccola, perché non c'era mio padre. Quando lessi che mi dissero che io non parlavo di loro, mi chiamarono bastar*a. Io non volevo andare da Mara Venier, ma menomale che sono andata perché sono libera, non so che fine avrei fatto. Ringrazio Dio tutti i giorni, io volevo togliermi la vita. Non ce la facevo più, hanno architettato tutto per distruggermi, mi hanno portato via dei soldi. Minacciavano la mia famiglia, mi dissero che aveva avuto un infarto e avevo io la colpa".

Le conseguenze della truffa

Riguardo le copertine per le quali ha posato in abito da sposa, ha raccontato che c'era anche la data del matrimonio. Poi incontrò il bambino, "Provai una gioia immensa, avevo l'amore lì con me. Quel bambino era un attore, l'ho scoperto in tv". Oggi Pamela Prati vorrebbe scoprire chi si nasconde dietro quel Mark Caltagirone: "Io vorrei tanto sapere chi è. Mi levarono il lavoro, nessuno più mi ha voluto. I colleghi sono stati i peggiori. Mi scrissero "L'unico mio scopo è quello di distruggerti". Quando prese coscienza che si trattava di truffa pensò alle cose più assurde: "Io non mangiavo più, ho sofferto di anoressia, di depressione. Tutt'oggi sto male".

2.428 CONDIVISIONI
731 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni