1.477 CONDIVISIONI
24 Luglio 2022
12:27

Giovanni Muciaccia: “Farei di nuovo Art Attack. L’imitazione di Fiorello mi ha reso un tormentone”

Giovanni Muciaccia è indissolubilmente legato ad Art Attack, il programma che lo ha reso celebre tenendo compagnia a diverse generazioni: “Anche adesso catturerebbe l’attenzione di tanti telespettatori, lo dimostrano i video tutorial che spopolano sui social”. Intervistato da Il Corriere della Sera, il 52enne ha raccontato come questa esperienza gli ha cambiato la vita.
A cura di Elisabetta Murina
1.477 CONDIVISIONI

"Grazie per l'infanzia che ci hai fatto vivere". È questa la frase che spesso Giovanni Muciaccia si sente rivolgere da ragazzi e ragazze che lo incontrano per strada. Il suo nome per anni è stato associato al programma Art Attack: colla, forbici arrotondate, colori. Piccole opere d'arte da creare a casa, magari per passare i pomeriggi, con materiale semplice da trovare. Intervistato da Il Corriere della Sera, "l'artista della tv" ha raccontato cosa ha significato quella trasmissione per la sua carriera, cosa fa oggi e come ha mosso i primi passi in quel mondo.

Il successo di Giovanni Muciaccia con Art Attack

Il nome di Giovanni Muciaccia è indissolubilmente legato ad Art Attack, il programma che lo ha reso celebre e che ha tenuto compagnia a diverse generazioni, "dagli attuali 12enni fino a chi ha 34-35 anni". Un ruolo che al "conduttore" e volto dello show non è mai dispiaciuto, anzi, lo ha amato profondamente tanto che avrebbe continuato a farlo e che lo farebbe ancora oggi, nell'epoca dei social:

Io avrei continuato a farlo. Credo che sia stato un programma all'avanguardia perché i tutorial sono un prodotto che attrae molto. Sono sempre andato dove mi ha portato la vita e Art Attack rimarrà un programma che ha segnato la storia della televisione italiana.

Il "personaggio" di Giovanni Muciaccia è arrivato al grande pubblico anche grazie all'imitazione che Fiorello fece di lui davanti a milioni di persone:

La prima volta che mi ha fatto l’imitazione mi ha chiamato al telefono, non l’ho riconosciuto e mi trovato a Londra a girare Art Attack. Avere Fiorello che ti imita in prima serata, di fronte a milioni di persone, è stata un’emozione ma anche una grande pubblicità. Ha permesso di farmi conoscere ad un pubblico più adulto. Fu un tributo che non mi aspettavo e sono diventato un tormentone.

Cosa fa ora Giovanni Muciaccia

Dopo la chiusura del programma che lo ha reso celebre, Muciaccia ha continuato a coltivare le sue passioni. Crea contenuti video per le aziende che lo contattano, ha scritto un libro ed è stato uno dei protagonisti al Nerd Show di Bologna:

Vivo degli spettacoli che faccio in giro e delle collaborazioni con importanti marchi, inoltre ho scritto il libro che per me è stato un impegno molto serio perché l’ho scritto veramente io (ride, ndr), ho impiegato undici mesi per idearlo e realizzarlo. Allo stesso tempo però ho fatto delle scelte molto mirate. Ho detto tanti “no”nella mia carriera, per esempio a molti reality. 

L'ex volto di Art Attack racconta anche in che rapporti è con il famoso Neil, suo storico compagno di viaggio nel programma: "Non ci sentiamo da alcuni anni, […] ma so che sta bene e che sta lavorando ad altri programmi televisivi"

1.477 CONDIVISIONI
Il significato di The First Embrace, il nuovo singolo di Giovanni Allevi per la giornata della Terra
Il significato di The First Embrace, il nuovo singolo di Giovanni Allevi per la giornata della Terra
Il testo e il video di Tribale di Elodie, il ritorno agli anni 2000 e agli istinti animali
Il testo e il video di Tribale di Elodie, il ritorno agli anni 2000 e agli istinti animali
Il testo di Caramello, per Rocco Hunt, Lamborghini e Lola Indigo non c'è due senza tre
Il testo di Caramello, per Rocco Hunt, Lamborghini e Lola Indigo non c'è due senza tre
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni