3.186 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Pupo: “Ho giocato a poker con Francesco Totti, temo che sia affetto da ludopatia”

Il cantante toscano non ha mai nascosto di aver sofferto in passato di ludopatia, arrivando ad indebitarsi e persino a pensare al suicidio. Segnali preoccupanti che crede di rivedere anche nell’ex Capitano: “L’ho capito guardandolo negli occhi”.
A cura di Giulia Turco
3.186 CONDIVISIONI
Immagine

Sulla testa di Francesco Totti si è aperto un altro inquietante scenario. Dopo il gossip sulla separazione dalla moglie che ha segnato la fine di un’era, l’ex Capitano della Roma è stato travolto dall’ombra dell’Antiriciclaggio. Ipotesi che lo vedono coinvolto in un giro di denaro sospetto e che hanno rivelato una passione frenata del Pupone per il gioco d’azzardo.

Gli investimenti nelle scommesse e le segnalazioni dell’Antiriciclaggio

Ha un forte amore per i casinò di Las Vegas, ha rivelato un amico a La Verità. Non sarebbe altro che il suocero della pensionata di Anzio che ha ricevuto da Totti un bonifico sospetto da 80 mila euro. Poi ci sono le quote milionarie versate ad alcuni casinò di Monte Carlo e Las Vegas, che hanno insospettito non poco l’Antiriciclaggio. Stando alle rivelazioni fatte dal quotidiano ad inizio gennaio, la banca dell’ex calciatore avrebbe aperto negli anni diverse ‘sos’, ovvero segnalazioni per operazioni sospette dalle quali emerge un “massiccio investimento di risorse finanziarie nelle scommesse”. 

Immagine

Pupo parla del rapporto di Francesco Totti con il gioco d’azzardo

Ad intervenire, confermando la passione sfrenata di Totti per il gioco d’azzardo, è Pupo, che non ha mai nascosto di aver affrontato questo genere di dipendenza, arrivando ad indebitarsi in passato fino a pensare al suicidio. “Ho giocato a poker con Francesco Totti una volta sola, in occasione di un torneo di solidarietà organizzato per raccogliere fondi in favore dei terremotati dell’Aquila”, spiega il cantante toscano a Quotidiano Nazionale. “Ricordo che, guardandolo negli occhi, mi accorsi subito che il gioco lo appassionava molto”, spiega. Poi si sbilancia: “Totti, secondo me, è una persona buona, sensibile e generosa. Caratteristiche che, purtroppo, sono quasi sempre presenti nei soggetti affetti da ludopatia”. 

3.186 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views