“Dovremmo invecchiare tutte insieme, nella stessa casa”. Una decina di anni fa sette amiche, durante una delle loro tante giornate insieme, devono aver pronunciato più o meno queste parole scambiandosi una promessa come altre, di quelle che nella maggior parte dei casi sono destinate a restare solo sogni. E invece, dopo dieci anni, quelle sette amiche hanno davvero deciso di comprare una casa e andare a vivere tutte insieme. Arriva dalla Cina, da Guangzhou, la storia di queste sette donne, di età compresa tra i trenta e i quaranta anni e che si descrivono come migliori amiche da venti anni, che stanno davvero realizzando il loro “progetto” di invecchiare insieme. Un progetto che ha iniziato a prendere forma l’anno scorso quando una di loro ha trovato un vecchio edificio abbandonato di 700 metri quadrati nella periferia della città e insieme hanno pensato di comprarlo. Le sette amiche hanno raccolto i soldi necessari e sono riuscite a comprare l’immobile. E ora lo stanno ristrutturando trasformandolo nella tanto sognata casa dove trasferirsi un giorno e invecchiare insieme.

La bellissima villa per le sette amiche – Si tratta di una luminosa villa di tre piani che sorge su una collina in mezzo alle risaie, con ampie finestre e terrazze di vetro, grandi spazi comuni, camere private e anche una piscina. Le sette amiche stanno seguendo i lavori di ristrutturazione e per raccontare la loro esperienza, ormai ripresa dai media di tutto il mondo, hanno pubblicato un video in rete. “Abbiamo iniziato i lavori nel gennaio 2018 e abbiamo pensato a una casa che raccogliesse la luce attraverso pareti di vetro”, hanno raccontato le amiche che, tra le altre cose, sono tutte amanti del tè e per questo hanno deciso di realizzare uno spazio per prenderlo insieme. Ognuna di loro dovrà specializzarsi in una mansione utile per le altre in modo da essere indipendenti: ci sarà quindi l’esperta in cucina, l’esperta di medicina tradizionale cinese, chi sa suonare e chi conosce l'agricoltura. Hanno pensato anche ai figli, alcune di loro già ne hanno e la decisione di vivere insieme è stata presa anche per poter far crescere i bambini con compagni della stessa età.