Gli studenti dell'Università La Sapienza di Roma che si laureano entro il 31 marzo 2021 non pagano le tasse d'iscrizione al nuovo anno accademico. A renderlo noto l'università, che ha annunciato anche che a partire da lunedì 11 gennaio 2021 i ragazzi potranno usare aule, biblioteche e locali mensa per studiare. Spazi, dotati di collegamento wi-fi e accessibili agli studenti disabili, che comprendono anche i locali di via De Lollis e viale del Castro Laurenziano, grazie alla collaborazione con DiscoLazio. Per accedervi è necessario prenotare online, con la disponibilità di un numero limitato di posti. Una volta all'interno dell'università, dovranno essere rispettate le norme anti Covid e sarà possibile solo lo studio di tipo individuale.

La rettrice: "Aiuto alle famiglie"

"Abbiamo voluto dare un aiuto concreto alle famiglie e un sostegno al Paese – ha spiegato la rettrice Antonella Polimeni – accogliendo favorevolmente la richiesta da parte dei rappresentanti degli studenti, per andare in contro alle difficoltà che in questo momento stanno vivendo i nostri studenti e le loro famiglie". E aggiunge: "È un momento difficile per tutti e noi stiamo facendo del nostro meglio, perché crediamo che la ripartenza non possa prescindere dall'università e dalla ricerca."

Chi potrà non pagare le tasse alla Sapienza

Gli studenti che potranno non pagare le tasse universitarie alla Sapienza sono colo che non conseguono il titolo di studio entro la corrente sessione invernale entro il 31 gennaio, ma che in via straordinaria entro il 31 marzo 2021. Inoltre per agevolare ulteriormente gli studenti, il periodo di laurea per le professioni sanitarie è stato esteso a giugno 2021.