Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Troppa gente per le vie del centro a Roma nel pomeriggio di oggi 24 aprile. Nell'ultimo sabato che precede il passaggio in zona gialla nel Lazio, i romani hanno deciso di trascorrere alcune ore per le vie del centro: in poco tempo scatta il rischio di assembramento. Per questo la Questura ha deciso di chiudere momentaneamente via del Corso per far defluire le persone. E ancora: per questo ultimo weekend in fascia arancione è stato disposto un piano di controlli anti-assembramenti per evitare la folla in centro, nei parchi e nei litorali appena fuori Roma.

Folla anche sul litorale romano

Le "prove" da zona gialla sono scattate anche sul litorale romani e in particolare ad Ostia: folla a passeggio sul lungomare, al pontile e al porto turistico di Roma, dove si registrano anche diverse uscite in barca e la ripresa dell'attività velica. A favorire le passeggiate all'aperto è anche la temperatura primaverile di questo fine settimana. Meno gente, ma comunque alto il rischio assembramento, anche nelle zone di Fiumicino e Fregene, dove però l'attesa, tra qualche incertezza della categoria per le riapertura, è già puntata da lunedì prossimo verso le numerose attività di ristorazione.

Così anche per domani scattano i controlli. Del resto, non è la prima volta che la Questura dispone la chiusura della centralissima via della Capitale. Già a febbraio il via vai di persone tra la zona dei negozi aveva convinto i vigili a transennare l'area per contenere il rischio di contagio. Allora erano state chiuse via del Corso, via Ripetta e via del Babuino.