Lo storico bar San Calisto di Trastevere è stato chiuso stamattina dai carabinieri per violazione delle normative anti-covid. Secondo quanto appreso da Fanpage.it, al suo interno si erano assembrate più persone di quelle previste: al bancone erano in nove a consumare la colazione senza il rispetto del distanziamento sociale previsto dalla normativa per contenere il contagio da coronavirus. Il bar San Calisto è stato multato e chiuso per tre giorni, come da prassi in caso di violazione del Dpcm del Governo Conte. Il proprietario è stato inoltre sanzionato dai militari giunti sul posto per controllare se la normativa fosse rispettata.

Chiusi diversi locali a Roma

Fino alle 18 è possibile consumare all'interno di bar e ristoranti, che però non devono far entrare nei locali più di un tot di persone per volta e devono garantire il rispetto del distanziamento sociale. Si tratta di misure ancora più restrittive di quelle varate in precedenza dal Governo Conte, in seguito all'aumento dei contagi da coronavirus. Già diversi locali sono stati chiusi e multati a Roma per il mancato rispetto della normativa anti-covid, tra cui un locale dove era stata addirittura organizzata una festa con quindici persone. E i controlli, soprattutto nel fine settimana, si sono fatti sempre più stringenti.

Il nuovo Dpcm del Governo Conte

Secondo quanto previsto dalla nuova normativa emanata dal Dpcm del Governo Conte, bar e ristoranti devono chiudere alle 18. Fino a quell'ora è consentito consumare anche all'interno dei locali, per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Il mancato rispetto del nuovo Dpcm comporta la chiusura dell'esercizio commerciale e una sanzione, che può arrivare anche a diverse migliaia di euro in caso di violazioni molto gravi.