24 Novembre 2021
11:03

Studenti entrano nel Bruno e Carducci: salgono a diciotto i licei occupati di Roma

Sale il numero dei licei occupati a Roma che arriva a diciotto, stamattina gli studenti sono entrati nel Giordano Bruno e nel Giosuè Carducci. Le richieste sono sempre le stesse e accomunano tutti gli istituti scolastici.
A cura di Alessia Rabbai

Si allarga la protesta degli istuituti superiori di Roma. Con il Giordano Bruno e Giosuè Carducci sale a diciotto il numero dei licei occupati a Roma. Gli studenti in mobilitazione la mattinata presto di mercoledì 24 novembre sono entrati negli edifici di via Asmara nel quartiere Trieste e alla succursale accanto all'Aristofane. Come appreso da Fanpage.it gli studenti sono barricati dentro, mentre i professori stanno parlando con il dirigente scolastico per decidere se concedere l'occupazione. La richiesta avanzata è sempre la stessa: quella di essere ascoltati. All'ingresso dei licei sono arrivati gli agenti della Polizia di Stato in presidio, che monitorano la situazione, al momento non si segnalano particolari criticità. Sono alcune centinaia gli studenti all'interno degli edifici, che hanno spiegato come a breve partiranno i corsi e che durante l'intera durata dell'occupazione saranno rispettate le regole per il contenimento del coronavirus, con particolare attenzione all'uso della mascherina e ad evitare assembramenti.

Diciotto licei occupati a Roma

L'occupazione del Bruno e del Carducci di stamattina fa seguito alle cinque scuole Romane occupate lunedì scorso e poi a seguire del Righi, Machiavelli, Morgagni e Newton, che sono state occupate ieri. Prima ancora nelle scorse settimane gli studenti hanno occupato Tasso, Ripetta, Rossellini, Albertelli, Virgilio, Visconti e Manara, per un totale che conta diciotto licei. Al Liceo Nomentano la preside Giulia Orsini ieri ha invece messo in Dad gli studenti, per evitare l'occupazione.

Licei occupati a Roma: cosa chiedono gli studenti

Aumentano i licei occupati a Roma, che hanno raggiunto un numero impressionante. Gli studenti, in quanto protagonisti della scuola, chiedono di essere ascoltati su diverse proposte, alcune delle quali che riguardano il singolo istituto, altre invece che li accomunano, tra le quali maggiori risorse destinate alla formazione e ai docenti di sostegno, agli interventi di edilizia scolastica, scuole aperte il pomeriggio, corsi informativi ed educativi su diverse tematiche.

Continua l'occupazione dei licei a Roma: la mappa degli istituti in cui è scoppiata la protesta
Continua l'occupazione dei licei a Roma: la mappa degli istituti in cui è scoppiata la protesta
Roma, studenti occupano il liceo Righi: è il sedicesimo nella capitale
Roma, studenti occupano il liceo Righi: è il sedicesimo nella capitale
Studenti entrano nella notte al Liceo Tasso: è il settimo occupato a Roma
Studenti entrano nella notte al Liceo Tasso: è il settimo occupato a Roma
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni