Il buco nel muro da dove sono scappati i rapinatori
in foto: Il buco nel muro da dove sono scappati i rapinatori

Hanno tentato di mettere a segno una rapina nella Banca Intesa San Paolo in via Casale di San Basilio a Roma, minacciando il direttore e quattro dipendenti, ma un cliente ha dato l'allarme, chiedendo l'intervento delle forze dell'ordine e sono scappati attraverso un buco nel muro scavato durante la notte. Gli agenti della Polizia di Stato del IV Distretto San Basilio, diretto da Eugenio Ferraro, hanno arrestato uno dei due responsabili, un quarantaquattrenne romano con precedenti di polizia, mentre stanno cercando di risalire all'identità dell'altro, che è riuscito a far perdere, almeno per il momento, le proprie tracce. Finito in manette per tentata rapina, i poliziotti hanno portato il quarantaquattrenne in carcere, dove si trova a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

I due rapinatori sono scappati attraverso buco nel muro

I fatti risalgono alla mattinata di oggi, martedì 13 aprile. Secondo le informazioni apprese erano circa le ore 8 quando i malviventi sono entrati furtivamente all'interno della filiale che fa angolo con via Nomentana. Il cliente si è accorto della loro presenza e ha chiesto l'intervento della Polizia. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, hanno subito notato che i due erano scappati dal buco sul muro proprio dietro alla banca e si sono messi immediatamente a cercarli, battendo la zona. Poco dopo i poliziotti hanno rintracciato e bloccato il quarantaquattrenne in via Bice Valori, indossava un passamontagna e dei guanti, mentre a terra hanno trovato una pistola revolver ed un borsone contenente dei caschi. L'arma utilizzata nella tentata rapina è stata posta sotto sequestro. Le indagini sono in corso, i poliziotti hanno acquisito le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza e ascoltato le testimonianze dei presenti, per ricostruire la dinamica dell'accaduto e raccogliere informazioni utili al caso.