Hanno messo a segno almeno tre rapine all'interno di esercizi commericiali nel quartiere Montesacro a Roma. I carabinieri hanno arrestato e posto ai domiciliari due uomini, un trentaduenne e un cinquantaduenne entrambi romani, dando esecuzione alla misura di custodia cautelare emessa dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Roma, su richiesta della Procura della Repubblica. Ora si trovano costretti presso le proprie abitazioni, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria per la convalida del provvedimento. Episodi che per mesi hanno preoccupato il quartiere. Arrivate le denunce dei responsabili, i carabinieri hanno indagato per risalire agli autori. I militari hanno ascoltato i testimoni e passato al vaglio le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza. Un indizio fondamentale il modello particolare dell'auto utilizzata nella fuga, che ha permesso di risalire a loro. Una volta rintracciati, sono partite le perquisizioni domiciliari.

Tre rapine in supermercati e minimarket a Montesacro

Le indagini sono partite dalle denunce dei gestori dei locali vittime delle rapine. Si tratta di tre colpi separati, tutti messi a segno all'interno di supermercati, durante il periodo del lockdown, quando i cittadini erano in piena emergenza Covid. Il primo risale all'8 giugno del 2020, quando uno dei due uomini arrestati ha fatto irruzione all'interno di un supermercato in via Ludovico Breme, con il volto travisato dalla mascherina, impugnando un coltello, ha minacciato un dipendente di consegnargli l'incasso. Una volta preso il bottino, si è dato alla fuga, scappando a bordo di un’auto di colore amaranto, guidata dal complice. A distanza di qualche giorno, il pomeriggio dell’11 giugno, ad essere preso di mira è stato un supermercato di via Franco Sacchetti, dove l'uomo ha agito nella stessa maniera, dandosi poi alla fuga e facendo perdere le proprie tracce. La terza rapina nella serata del 27 giugno ha visto come obiettivo dei malviventi un minimarket in via delle Vigne Nuove, dove il rapinatore, dopo aver minacciato il proprietario con un’accetta, lo ha costretto a consegnargli l’incasso ed è scappato a bordo dell'auto.