13 Settembre 2021
15:30

Riaprono le scuole ma la Roma-Lido è quasi inesistente: la rabbia dei pendolari

I pendolari della Roma-Lido hanno protestato per la chiusura delle tre stazioni Lido Centro-Colombo, Stella Polare e Castel Fusano, per la diminuzione dei treni circolanti per revisione e la concentrazione dei convogli operativi nella tratta maggiormente frequentata tra Piramide e Lido Centro. Disservizi già dal primo giorno.
A cura di Alessia Rabbai

Mattinata di passione per i passeggeri della linea ferroviaria Roma-Lido, da oggi alle prese con la chiusura di tre stazioni. Atac lo aveva già annunciato, le tre fermate Lido Centro-Colombo, Stella Polare e Castel Fusano resteranno interdette ai viaggiatori, sostituite da navette e dalla linea 070 di superficie che transiterà all'interno del quartiere di Malafede e si sovrapporrà alla ferrovia nella tratta Vitinia-Eur. Una decisione che l'azienda che gestisce il trasporto pubblico capitolino due settimane fa ha motivato agli utenti per la riduzione dei treni circolanti in revisione, a seguito della quale si è deciso si concentrare tutte le risorse disponibili nella tratta maggiormente frequentata, tra Piramide e Lido Centro. Oggi, giornata di inizio del nuovo anno scolastico, alcuni pendolari hanno protestato con cartelli e volantini, partendo dal nuovo capolinea Lido Centro.

Le proteste dei pendolari: "Treni ogni 18 minuti e ritardi"

Fanpage.it ha raccolto le proteste dei cittadini rispetto alla nuova programmazione della Roma-Lido: "La gente deve andare a prendere le navette ed arrivare fino a Lido Centro, dove comunque le persone si accumuleranno sui treni – spiega Roberto Spigai, del direttivo comitato pendolari Roma Ostia – avevano promesso che questo serviva almeno ad aumentare la capienza e la frequenza, almeno a Lido-Centro, sarebbe stato un servizio più agile. Questa è stata una grande falsità, perché il vecchio orario del 5 luglio prevedeva un treno ogni 15 minuti e oggi ci daranno, se va bene, un treno ogni 18 minuti". "Neanche il primo giorno di disservizi sono riusciti ad essere puntualil: il treno doveva arrivare alle 8 e invece è arrivato alle 8.12-8.14" dice una donna del Comitato pendolari. La chiusura delle tre fermate della Roma-Lido da quanto si apprende si dovrebbe protrarre almeno fino a primavera 2022, ma al momento non è stata fornita da Atac una data esatta del ritorno operativo dei treni mancanti.

Come cambiano i trasporti con la riapertura delle scuole

Atac con la riapertura delle scuole ha annunciato la riattivazione dei servizi aggiuntivi del trasporto pubblico, che resterà in programma fino a giugno 2022. A partire da oggi, lunedì 13 settembre, circolano cento bus privati in più per il servizio di TPL e altri trentacinque bus per il servizio scolastico con un implementazione di circa 1.500 corse. Sulle linee A e B della metropolitana è stato attivato l'orario invernale, così come sulla Ferrovia Termini-Centocelle. La linea ferroviaria Roma-Viterbo segue diciotto corse in più tra Montebello e Catalano, con un orario pensato per consentire agli studenti di raggiungere sia le scuole di Roma che quelle di Viterbo e Vignanello e, insieme a Cotral, l'istituto tecnico di Bagnoregio.

Servizio di Simona Berterame

La rabbia dei pendolari della Roma Lido: “Da oggi senza 3 stazioni, attese fino a 30 minuti”
La rabbia dei pendolari della Roma Lido: “Da oggi senza 3 stazioni, attese fino a 30 minuti”
58.366 di Simona Berterame
Roma-Lido al collasso: chiuse tre stazioni e bus sostitutivi il primo giorno di scuola
Roma-Lido al collasso: chiuse tre stazioni e bus sostitutivi il primo giorno di scuola
Roma-Lido: dalla peggiore linea ferroviaria d'Italia alla metro mare. Ecco il piano
Roma-Lido: dalla peggiore linea ferroviaria d'Italia alla metro mare. Ecco il piano
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni