Ha violato l'isolamento domiciliare al quale era sottoposto ed è uscito di casa alla guida dell'auto della madre. "A casa mi annoiavo" avrebbe detto il giovane, spiegando il perché del suo comportamento ai carabinieri che lo hanno fermato. Protagonista della vicenda un ragazzo romano di diciassette anni, che è stato multato per per guida senza patente, per non essersi fermato all'alt, per non aver rispettato il limite di velocità, per aver infranto l'isolamento fiduciario al quale era stato sottoposto, come da protocollo Covid e per essersi allontanato dalla propria abitazione durante il coprifuoco, ossia nelle ore comprese tra la mezzanotte e le 5 del mattino seguente. Secondo le informazioni apprese ieri sera il ragazzo senza pensarci due volte è salito a bordo dell'automobile della madre, intento a fare un giro per le strade di una Roma quasi addormentata, in prossimità del coprifuoco. I carabinieri della Stazione Roma Eur lo hanno notato mentre stava facendo inversione di marcia in viale della Musica, per poi dirigersi a forte velocità verso il Grande Raccordo Anulare.

Ragazzo di 17 anni viola l'isolamento domiciliare: multato

I militari insospettiti hanno iniziato un inseguimento, informando la Centrale Operativa del Gruppo Carabinieri di Roma, alla quale hanno comunicato il numero di targa dell'auto. Il ragazzo in un primo momento è riuscito a far perdere le sue tracce in zona Casalotti. Ma i carabinieri sono riusciti a risalire alla proprietaria della macchina, una quarantacinquenne romana, che contattandola, era completamente ignara che il figlio fosse uscito di nascosto di casa. I militari hanno constatato la contravvenzione del Codice della Strada per guida senza patente, perché mai conseguita, la mancata ottemperanza all’alt e velocità non commisurata. Il giovane è stato anche sanzionato amministrativamente per essersi allontanato dal luogo dove si trovava in isolamento fiduciario e per aver circolato, senza un valido motivo.