1.013 CONDIVISIONI
Andrea Camilleri

La tomba di Andrea Camilleri al Cimitero Acattolico di Roma

Lo scrittore scomparso il 17 luglio del 2019 è sepolto nel Cimitero Acattolico di Roma, tra Antonio Gramsci e Carlo Emilio Gadda, in uno dei luoghi più affascinanti della città, dove riposano cittadini stranieri e di ogni fede, poeti, scrittori e rivoluzionari. “Qui troverà tanti con cui parlare”, ha detto nel giorno dell’ultimo saluto la figlia Andreina.
A cura di Redazione Roma
1.013 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Andrea Camilleri

Il 17 luglio del 2019, a 93 anni, si spegneva Andrea Camilleri scrittore prolifico, papà del commissario Salvo Montalbano, drammaturgo, regista e sceneggiatore. Siciliano di nascita e nell'animo, romano di adozione, è sepolto al Cimitero Acattolico di Roma. Un sepolcro semplice, una lapide di marmo bianco con indicato solo il nome e le date di nascita e di morte, tante piante quasi a coprirne la vista. Qui Camilleri è in buona compagnia, a pochi passi da Antonio Gramsci e da Carlo Emilio Gadda, a metà strada tra due figure che ne sintetizzano forse la parabola. Perché Camilleri è stato uno scrittore, ma anche un comunista e un uomo il cui impegno civile l'ha occupato fino all'ultimo giorno, uno scrittore impegnato ma anche un produttore di best seller di letteratura popolare, perché le due cose sono tutt'altro che in contraddizione.

Il Cimitero degli "artisti e dei poeti" è uno dei luoghi più affascinanti di Roma

Andrea Camilleri veniva spesso a passeggiare qua, in uno degli angoli di Roma più sereni, in un luogo dal fascino indiscusso che ospita cittadini stranieri ma anche poeti, scrittori, rivoluzionari che qui hanno trovato riposo. "Qui troverà tanti con cui parlare", ha detto nel giorno dell'ultimo saluto la figlia Andreina. Ci sono le tombe dei due poeti romantici John Keats e Percy Bysshe Shelley,  ma anche Miriam Mafia, Arnoldo Foà e Luce D'Eramo. Uomini e donne di fedi e provenienze diverse riposano uno a fianco all'altro, un mosaico di storie che si può ripercorrere passeggiando all'ombra degli alberi, lontano dal rumore e dal tran tran della città

Questo fazzoletto di terra sconsacrata, nato per l'esigenza di dare una tumulazione degna ai non cattolici e ai non battezzati, è uno dei posti del cuore di molti romani e non solo. E lo era pure di Camilleri. Qui lo vengono a trovare amici e lettori, uomini e donne di ogni età a cui mancano le sue parole, che attendono una nuova storia o che hanno amato i suoi libri. Fiori, biglietti e sigarette portate in dono, con l'idea di fare un piacere al Camilleri tabagista incorreggibile e impenitente.

Il giorno del funerale di Andrea Camilleri
Il giorno del funerale di Andrea Camilleri

Cimitero Acattolico di Roma: informazioni e orari

L'ingresso del Cimitero Acattolico di Roma si trova in via Caio Cestio 6, a due passi da metro Piramide e alle spalle della Piramide Cestia nel Rione di Testaccio. È aperto dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 17.00 (l'ultimo ingresso è alle ore 16.30), e domenica e i giorni festivi dalle 9.00 alle 13.00 (l'ultimo ingresso è alle ore 12.30). Si può raggiungere facilmente con i mezzi pubblici con le linee 3, 75, 23, 60, 83, 95, 280, 30, 175, oltre che con linea B della metropolitana. Per orientarsi la mappa del cimitero è scaricabile e consultabile anche dal sito, per informazioni è possibile scrivere a mail@cemeteryrome.it o chiamare il numero di telefono 06 5741900.

1.013 CONDIVISIONI
23 contenuti su questa storia
Il libro in cui Andrea Camilleri raccontò il Ferragosto di Montalbano
Il libro in cui Andrea Camilleri raccontò il Ferragosto di Montalbano
Andrea Camilleri: il suo siciliano non è solo un dialetto, ma un modo di vedere il mondo
Andrea Camilleri: il suo siciliano non è solo un dialetto, ma un modo di vedere il mondo
G8 di Genova e Andrea Camilleri: quando Montalbano: si infuriò contro i poliziotti
G8 di Genova e Andrea Camilleri: quando Montalbano: si infuriò contro i poliziotti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni