Si chiamava Stefania Cola la donna di cinquantatré anni, deceduta a seguito di un violentissimo incidente avvenuto nel pomeriggio di ieri in via Amendola, nel territorio del comune di Mentana alle porte di Roma. Erano circa le 16.00 quando la vittima, che viaggiava da sola in sella alla sua Harley Davidson in direzione Mentana, si è scontrata frontalmente con una vettura che sopraggiungeva in senso opposto al confine con il comune di Monterotondo. L'impatto è stato terribile, e la donna è stata sbalzata dalla sua motocicletta riportando ferite molto gravi.

Inutile purtroppo la corsa in ospedale: troppo gravi le ferite

Il conducente dell'auto coinvolta, un cinquantottenne al volante di una Fiat Punto, si è immediatamente fermato a prestare soccorso. Sul posto sono giunti per primi i carabinieri della Compagnia di Monterotondo, che hanno chiuso la strada per rendere possibili le operazioni di soccorso del personale del 118 che ha trasportato d'urgenza Stefania in ospedale a bordo di un'ambulanza. Le condizioni della donna sono apparse subito molto gravi, arrivata all'ospedale Gonfalone di Monterotondo qui è deceduta poco dopo: troppo gravi le ferite riportate nello schianto e nel violentissimo impatto con la strada.

Stefania Cola e la passione per le moto

Ancora da chiarire le dinamiche del sinistro ed eventuali responsabilità. Intanto Monterotondo e Mentana piangono Stefania, che era molto conosciuta nella zona anche perché da dieci anni, assieme al marito gestisce un locale, "La Locanda di Bacco", in piazza della Libertà. La motocicletta era la sua grande passione: cresciuta in una famiglia di motociclisti, amava viaggiare e spostarsi sulla sua Harley.