Furto al Primark del nuovo centro commerciale Maximo in zona Laurentina a Roma, dove due donne e un'adolescente sono state fermate dai carabinieri per aver rubato 362 capi d'abbigliamento, per un valore totale di oltre 2mila euro. I fatti risalgono alla serata di ieri, lunedì 4 gennaio e sono accaduti all'interno dei locali che ospitano il primo approdo nella Capitale del celebre marchio irlandese della moda low cost, che, non si conosce ancora la data, aprirà il suo secondo store nel centro commerciale Roma Est. Secondo le informazioni apprese erano circa le ore 19.30 quando le tre sono entrate all'interno del negozio spingendo dei passeggini, che era aperto, con l'intento di sottrarre la merce, confondendosi tra i clienti.

La merce nascosta in buste bianche e passeggini

Approfittando dell'assenza dei dispositivi di anti taccheggio, hanno messo a punto un piano per eludere i controlli. Primark fornisce infatti al cliente al suo ingresso buste nere dove mettere i vestiti che si scelgono, per essere provati o acquistati. Una volta in cassa per il pagamento, i commessi trasferiscono i capi scelti all'interno di buste bianche. Essendo a conoscenza del metodo utilizzato dall'esercizio commerciale, le tre hanno pensato bene di portare le buste bianche, sempre di Primark, ma già usate, direttamente da casa e le hanno riempite di capi d'abbigliamento, sottraendoli furtivamente dagli scaffali, e mettendoli nei passeggini.

Due arresti e una denuncia per il furto al Primark

A dare l'allarme il personale della vigilanza del negozio che, vedendole passare con una grande quantità di buste, si è insospettito, e con i passeggini pieni, ha chiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Sul posto, ricevuta la segnalazione, sono intervenuti i carabinieri della stazione Eur che le hanno fermate. Le due donne sono state arrestate mentre la ragazza minorenne è stata denunciata.