C'è aria da cupio dissolvi in Campidoglio, dove in tanti cercano un posto e una strada dopo i cinque anni di amministrazione del Movimento 5 Stelle. Ora è il turno anche di Daniele Frongia, già vicesindaco e assessore allo Sport, da sempre vicinissimo alla sindaca Virginia Raggi, che lascia il suo incarico per entrare nello staff della ministra pentastellate alle Politiche Giovanili Fabiana Dadone. La notizia è stata comunicata ufficialmente dalla sindaca e dalla ministra, dopo alcune indiscrezioni uscite sulla stampa, che evidentemente riportavano notizie corrette.

Che Frongia cercasse un altro incarico era noto da quando aveva risposto a un avviso pubblico per un posto di dirigenti del Coni lo stesso maggio. Rimasto fedele alla sindaca nella buona e nella cattiva sorte, era stato però costretto a dimettersi da vicesindaco dopo che il suo nome era entrato nell'inchiesta sullo stadio della Roma, posizione poi archiviata ma che l'aveva lasciato confinato nel suo assessorato e messo per mesi ai margini dell'attività politica pubblica prima della completa riabilitazione. Una ferita che non deve essersi mai completamente rimarginata.

Giunta Raggi: della squadra originale è rimasta solo un'assessora

Della squadra di governo originaria varata da Raggi, tra addii, porte sbattute e allontanamenti, rimane ben poco. Quello di Frongia è l'addio numero sedici della squadra originaria di assessori presentata nel 2016 alla città, a oggi ne rimane in Campidoglio soltanto una, Linda Meleo. La sindaca presto nominerà un nuovo assessore allo Sport che rimarrà in carica per una manciata di settimane.