Nella giornata di ieri i militanti delle formazioni di estrema destra Forza Nuova e Avanguardia Nazionale hanno occupato la sede di via Livorno 1 di Fratelli d'Italia. La sezione, a due passi da Piazza Bologna, è stata già una storica sede del Movimento Sociale Italiano, punto di riferimento della militanza della destra romana da decenni. Di proprietà della Fondazione AN, è data in affitto al partito di Giorgia Meloni con un regolare contratto d'affitto di cui è intestatario il responsabile locale di Fdi Giovanni Provenzano e fa riferimento all'area del vicepresidente della Camera Fabio Rampelli.

I militanti delle due formazioni neofasciste, capitanati dai leader Roberto Fiore, Giuliano Castellino e Vincenzo Nardulli hanno fatto irruzione nella sezione intimando proprio a Provenzano di consegnargli le chiavi dei locali, e annunciando sui social network la presa in possesso di via Livorno. Il comunicato – diffuso su internet – annunciava la nascita di un nuovo spazio di coordinamento dell'estrema destra romana.

"Oggi, abbiamo preso possesso della storica sezione di Via Livorno 1, a piazza Bologna, nel cuore di Roma, è il primo passo di una nuova marcia che vede uomini e donne di nuovo uniti e decisi a riconquistare spazi. – recita la nota –  È da via Livorno 1 che lanciamo un appello di unità e aggregazione a tutti i movimenti, i gruppi, le associazioni culturali, le comunità militanti ed i semplici camerati che non hanno voglia di fermarsi a questa prima conquista, che attraverso l'azione vogliono precedere il pensiero. Nasce così AREA, movimento di movimenti, aggregazione e federazione di tutte le forze nazional rivoluzionarie che, nel solco della nostra tradizione politica e militante, vuole lanciare una nuova sfida al sistema".

Da quanto si apprende però l'occupazione ha avuto vita breve: anche su sollecitazione dei vertici locali e nazionali di Fratelli d'Italia, sul posto sono giunte le forze dell'ordine che hanno fatto uscire i militanti dell'estrema destra, riconsegnando l'immobile ai locatari. Forza Nuova già occupa peraltro un appartamento di proprietà di Fondazione AN in via Paisiello sempre a Roma. Per il resto della giornata i militanti di Fratelli d'Italia hanno presidiato la sezione per verificare che non ci fossero ulteriori tentativi di forzatura.