"Sampietrini di basalto originali, di antico centro storico. Per lastricati, viali, piazze. Pietra marmo disponibilità un centinaio 1 euro al pezzo misura 12×12". Questo è solo uno dei diversi annunci di vendita, che si possono trovare nelle piattaforme di compravendita online e tramite WhatsApp, degli storici sampietrini di Roma, destinati prossimamente a scomparire dal Centro storico come previsto dal Piano Sampietrini del Campidoglio approvato dal Comune. Proprio quando i lavori di rimozione sono già avviati, con via IV Novembre quasi conclusa e con lo stesso procedimento previsto a breve per via Nazionale, si moltiplicano le inserzioni che mettono a disposizione dei potenziali clienti gli iconici "cubetti" di selcio. Venduti in blocchi a prezzi spesso stracciati.

Un venditore ne mette a disposizione un massimo di 50mila, venduti 45 centesimi al pezzo: "Prezzo non trattabile", è specificato, data la bassissima base di partenza. Altri ancora, invece, chiedono agli immancabili "perditempo" di astenersi dal contattare. E si assicura l'originale provenienza del prodotto, che sia "antica Roma" o "antico Centro storico". Non c'è nulla che faccia pensare un possibile traffico illegale dei sampietrini, considerato che in alcuni di questi annunci viene messo a disposizione un contatto telefonico utile per chiedere informazioni o per discutere sulle quantità da richiedere. Ciò che colpisce è vedere un elemento simbolico della Capitale messo in vendita non solo da normali privati, ma anche a costi irrisori.

Prossimi lavori a via Nazionale, arriva una nuova pista ciclabile

Usati per la prima volta da Papa Sisto V nel 1585 al posto dei mattoni per asfaltare le vie di Roma, con il passare del tempo i sampietrini sono divenuti un pericolo per il traffico a causa dei numerosi avvallamenti venuti a formarsi sulle strade, mettendo a repentaglio la sicurezza dei cittadini. Non è un caso che molti romani si sono detti favorevoli alla decisione del Comune di riorganizzare alcune delle vie principali del Centro. Gli interventi sulle strade capitoline finora è costato circa 2,5 milioni di euro: dopo i lavori su via IV Novembre tocca a via Nazionale dove, oltre al rifacimento del manto stradale è prevista la realizzazione di una nuova pista ciclabile.