171 CONDIVISIONI
29 Aprile 2022
20:35

Conservatorio Santa Cecilia commissariato, studenti: “Una vittoria”. Direttore è pronto a querelare

Il conservatorio di Santa Cecilia di Roma è stato commissariato dal ministero dell’Istruzione. Per gli studenti si tratta di una vittoria verso un conservatorio migliore, ma il direttore non nasconde la volontà di far partire querele.
A cura di Beatrice Tominic
171 CONDIVISIONI

Il conservatorio di Santa Cecilia è stato commissariato dal ministero dell'Istruzione per presunte irregolarità e violazione di norme in ambito contabile e gestionale.

Secondo gli studenti, quello imposto dal ministero dell'Istruzione sarebbe una fortuna: "Si tratta di una grande vittoria per gli studenti, per pensare ad un conservatorio che possa essere migliore rispetto a quello che è stato in questi anni – ha spiegato Emanuele Cecconi, coordinatore del sindacato studentesco Sipa ai microfoni di Simona Berterame – Per tanto tempo abbiamo denunciato la mala gestione, sia economica e finanziaria che didattica e formativa: adesso veder riconosciuto questo grido di dolore degli studenti è una vittoria del conservatorio che può voltare pagina."

Anche Sonja Ilic, la presidente del Sipa, è d'accordo: "La nostra motivazione più grande è rendere il conservatorio un posto dove la libertà di esprimere un'opinione sia non solo concessa, ma all'ordine del giorno.

I problemi relativi alla didattica

Come ha continuato a spiegare la studentessa, infatti, è necessario ricordare i punti dolenti della formazione del conservatorio Santa Cecilia: "L'aspetto della didattica è sempre stato purtroppo carente, perché ci sono alcune difficoltà di organizzazione, come la mancanza di segreteria didattica e la gestione dei fondi a disposizione."

Anche Cecconi lo ha confermato: "Ci siamo concentrati sui bandi per gli studenti che non vengono pubblicati, sulle lezioni organizzate in contemporanea. Tante volte ci sono stati problemi relativi alla continuità didattica. Inoltre quando un corso aveva raggiunto il numero previsto degli studenti, si correva il rischio di restare fuori e di ripetere l'anno – ha spiegato – Neppure agli studenti lavoratori sono stati concessi."

La denuncia di Maricruz

Fra gli studenti e le studentesse del Santa Cecilia, c'è anche Maricruz Juarez Carcano, una ragazza che sembra sia stata allontanata per divergenze con il direttore: "La scusa era perché ho pagato 7 euro in ritardo – ha spiegato alle telecamere di Simona Berterame – Ma in realtà non si tratta di un ritardo, io ero in attesa della graduatoria, perché ci sono persone che si sono iscritte dopo le scadenze del termine che sono adesso in conservatorio e ci sono persone che sono risultate idonee e non ammessi. Ho continuato a subire pressioni per ritirare il ricorso e ho fatto denuncia per tentata concussione alla Procura di Roma."

La replica del direttore

Nel frattempo, il direttore del conservatorio di Santa Cecilia Roberto Giuliani riguardo alla decisione di commissariare la scuola a seguito delle ispezioni iniziate nel 2019, ha dichiarato: "Attenderemo le determinazioni finali del ministero. Questo è un atto che il ministero ha compiuto nei confronti della nostra amministrazione a cui non risponderemo serenamente – ha spiegato a Fanpage.it – Il ministero sembra non essere d'accordo nel modo in cui ha gestito l'istituzione, io ritengo che sia virtuoso. Vedremo dal confronto con i legali cosa verrà fuori."

Sulla vicenda di Maricruz Juares Carcano, invece, il direttore ha aggiunto: "In conservatorio abbiamo dalle 700 alle 1000 domande di ammissione l'anno , a possiamo prenderne solamente poche decine. Gli esclusi sono sicuramente addolorati, ma noi dobbiamo mantenere alta la performance. Da qui nascono querele."

171 CONDIVISIONI
De Palma (Fiom):
De Palma (Fiom): "Oggi in piazza per la pace, la guerra la pagano i lavoratori e l'ambiente"
275.412 di Fanpage.it
Un laboratorio galleggiante nell'Artico per studiare il Clima
Un laboratorio galleggiante nell'Artico per studiare il Clima
7 di askanews
Euroma 2, negozianti costretti a pagare fino a 50mila euro per affitto: 3 indagati
Euroma 2, negozianti costretti a pagare fino a 50mila euro per affitto: 3 indagati
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni